INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6573
Articoli visitati
4733297
Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
27 novembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

STATI D’INFANZIA

Indagine sul Paese che cresce:
venerdì 4 novembre 2022 di Patrizia Cantatore

Argomenti: Mostre, musei, arch.


Segnala l'articolo ad un amico

Il progetto fotografico e documentario in esposizione al Museo di Roma in Trastevere dal 28 ottobre al 23 febbraio 2023, propone un lungo viaggio attraverso decine di “cantieri educativi” promossi da Con i Bambini e il sostegno del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

ICome vivono i bambini e gli adolescenti in Italia oggi? Cosa pensano, cosa sognano? Cosa gli offre l’Italia? Questi i temi dell’esposizione del fotografo internazionale Riccardo Venturi, due volte Word Press Photo, ospitato dal Museo in Trastevere ci condurrà in un viaggio dentro il Paese che cresce e negli “Stati d’infanzia” per offrire una prospettiva insolita e diversa da quella banale dell’esposizione della sofferenza dei bambini, utilizzando un linguaggio innovativo che rompe gli schemi della vergogna rispetto alla povertà e si concentra sui temi dell’educazione.

Il progetto, accolto da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è promosso e prodotto dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile. Sono infatti 1,4 milioni i minori in Italia a vivere in povertà assoluta e altri 2,2 milioni in povertà relativa. L’esposizione, curata da Ilaria Prili, con le ottanta foto di Venturi e il video documentario di Arianna Massimi, indaga sui cantieri educativi tra gli oltre 400 selezionati in tutta Italia, ponendo al centro del percorso il tema delle diseguaglianze, della marginalità, dell’esclusione sociale e della dispersione scolastica per mettere in luce come la scuola, in molte realtà, è riuscita ad affrontare con successo, un cambio di rotta necessario, avvalendosi di alleanze con il terzo settore, le istituzioni e le famiglie.
Il Terzo settore d’altronde, in questi ultimi anni segnati dalla pandemia, ha imparato ad approcciare ai problemi come risorse, attraverso Comunità educative e Patti educativi di prossimità.

L’educazione in contesti marginali è un processo lento, la dispersione scolastica è il frutto del contesto economico, sociale, familiare in cui vivono i minori, investendo anche la dimensione emotiva così determinante per l’acquisizione di competenze sociali e relazionali con il mondo e con la capacità di apprendere. Spesso sentiamo parlare di bassa natalità nel nostro paese, ma questa non può essere combattuta con strumenti vecchi che poco hanno funzionato finora, dobbiamo avere il coraggio di riconoscere che tutto ciò è frutto del disinteresse della politica. La mostra è un’occasione per stimolare le istituzioni a portare sui tavoli decisionali-politici la necessità di ridare speranza e scommettere sulle generazioni future. Il racconto fotografico e video è tutto attraverso gli occhi dei bambini, quelli di oggi che si misurano con le difficoltà e quelli di ieri, che hanno goduto di un supporto, veri protagonisti di storie emblematiche di riscatto.

Nella foto: Napoli - Due ragazze durante le attività organizzate nell’ambito del progetto Spiega La Vela da Fondazione di Comunità San Gennaro ONLUS nel quartiere Sanità

Patrizia Cantatore