https://www.traditionrolex.com/30 NEL 2024 IL CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO IN GERMANIA-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Aprile 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7689
Articoli visitati
5233195
Connessi 18

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 aprile 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: SPORT


NEL 2024 IL CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO IN GERMANIA


venerdì 16 febbraio 2024 di LAURA TESTA

Argomenti: Sport


Segnala l'articolo ad un amico

Dal 14 giugno al 14 luglio 2024 si accendono i riflettori sul grande calcio, sui grandi stadi e sulle 10 città tedesche che ospitano le partite di Euro 2024: Berlino, Colonia, Dortmund, Düsseldorf, Francoforte sul Meno, Gelsenkirchen, Amburgo, Lipsia, Monaco di Baviera e Stoccarda.

Per l’occasione le 10 città offriranno un ampio programma di eventi e manifestazioni collaterali.

Il campionato europeo di calcio 2024 o, noto anche come ’Germania 2024´, sarà nel 2024 alla 17ª edizione e prenderà il via il 14 giugno 2024 alle 21.00 con la partita inaugurale Germania-Scozia allo stadio Allianz Arena di Monaco per terminare con la partita finale all‘ Olympiastadion di Berlino il 14 luglio. Germania e calcio vanno a braccetto: con quattro vittorie nella Coppa del Mondo e tre titoli europei finora conquistati, non sorprende la grande popolarità di questo sport in tutto il Paese. La Federcalcio tedesca (DFB) ha sette milioni di membri e 25.000 club, il che la rende la più grande associazione sportiva del mondo.

In vista di questo grande evento sportivo, l’Ente Nazionale Germanico per il Turismo (GNTB) richiamerà l’attenzione sull’ampia offerta turistica delle città ospitanti e delle aree circostanti, con l’obiettivo di invogliare i visitatori a prolungare il loro soggiorno oltre le date delle partite. In qualità di "Città ospitante" ufficiale, Berlino sarà la sede di un totale di sei partite, compresa la finale. Per celebrare il torneo, la Porta di Brandeburgo sarà trasformata nella porta da calcio più grande del mondo e la vicina Straße des 17. Juni Boulevard accoglierà un enorme campo di calcio. Petra Hedorfer, amministratore delegato della GNTB: "Il Campionato europeo di calcio genera un enorme interesse nei media e tra gli appassionati di calcio di tutti i Paesi partecipanti. Questo ci offre una grande opportunità per presentare l’ampia gamma di prodotti e servizi turistici disponibili in Germania”.

JPEG - 12.1 Kb
petra-hedorfer-

I LUOGHI

Gelsenkirchen & Dortmund Il maggior numero di club della Bundesliga, i club più antichi e i derby più emozionanti: da nessuna parte in Germania il calcio gioca un ruolo così importante come nella regione della Ruhr – e lo fa da generazioni. Perché nel 1896 il Duisburg Spieleverein divenne la prima squadra tedesca a giocare in Inghilterra. Di conseguenza vennero fondate sempre più associazioni, anche appartenenti alla comunità mineraria, con crescente successo. Soprattutto, Schalke04ha ispirato la zona, ma anche eroi come Erich Kuzorra, che negli anni ’30 divenne sei volte campione tedesco con i "Knappen" (letteralmente: "I minatori") di Gelsenkirchen. I visitatori del Museo Schalke possono conoscere questi e altri successi nel "VELTINS-Arena", che ha un tetto convertibile e un enorme cubo video. Sia nel museo, per strada, nei pub e soprattutto allo stadio, c’è un tema caldo: la rivalità con il Borussia Dortmund. Il loro stadio, Parco Signal Iduna, è lo stadio più grande della Germania, con oltre 81.000 posti, e spesso anche nel migliore dei casi si trasforma nel caos, ma quando gioca contro i rivali Schalke 04, il "muro giallo" sembra davvero esplodere. Prevale uno stato d’animo più rispettoso nel Museo del calcio tedesco. Di qua i trofei, di là la divisa "Golden Goal" di Bierhoff del 1996, e la scarpa con cui Götze segnò il gol della finale dei Mondiali del 2014. Quali oggetti devozionali si aggiungeranno dopo l’Euro 2024 casalingo? Dortmund e Gelsenkirchen sono in ogni caso saldamente fissate come città ospitanti. Monaco: primo nella classifica degli stadi

Come un gigantesco pneumatico per auto e illuminato con i colori rosso, bianco o arcobaleno (come a Euro 2020), 2.784 pannelli di plastica gonfiati trasparenti coprono l’Allianz Arena, che si erge imponente accanto all’autostrada. Per quanto impressionante possa sembrare dall’esterno il guscio a membrana più grande del mondo, l’interno è altrettanto spettacolare. Dopo l’oscurità dei corridoi comunicanti, se all’improvviso guardi dall’alto il campo verde brillante che si trova sotto di te e le ripide gradinate, potresti avere la pelle d’oca. Questo effetto è moltiplicato nelle partite casalinghe FC Bayern Monaco, che sono campioni da record e sono diventati vincitori della Champions League ancora una volta, solo nel 2020 – non c’è da stupirsi che i 75.000 posti siano quasi sempre esauriti. Uno dei motivi: nessun altro club al mondo ha così tanti tifosi registrati come l’FCB. Un altro record è l’FC Bayern Erlebniswelt (FC Bayern World) situato nell’arena. Siamo tutti invitati a fare una passeggiata nel più grande museo dei club della Germania per ripassare la storia del calcio. Una pietra miliare dovrebbe però essere visitata di persona: lo Stadio Olimpico, architettonicamente eccezionale, dove Beckenbauer e la sua squadra vinsero la Coppa del Mondo nel 1974.

Dresda: tifosi in coro vicino alla Città Vecchia

Hans-Jürgen "Dixie" Dörner era considerato il "Beckenbauer dell’Est". Ha giocato 100 partite internazionali per la squadra nazionale della DDR e ha vinto l’oro olimpico nel 1976. Ha anche collezionato l’incredibile cifra di 392 presenze con il suo club, la Dynamo Dresden. Anche se i grandi successi del club, inclusa la vittoria per otto volte del campionato della DDR, sono già una notizia vecchia, i tifosi sono ancora al fianco della Dynamo Dresda nella 2a Bundesliga. Chiunque può vederlo – e sentirlo – in ogni partita casalinga. Soprattutto durante i derby locali, fino a 32.000 tifosi vestiti di giallo e nero trasformano il Rudolf-Harbig-Stadion, costruito di recente nel 2009, in un pandemonio. La forma dello stadio contribuisce a creare un’atmosfera intensa, poiché è lo stadio monoposto più ripido e, insieme al Tivoli di Aquisgrana, il più grande della Germania. Se durante la partita le cose non vanno secondo i piani, partite presto per andare, ad esempio, al vicino zoo o al Grande Giardino di Dresda. Bastano ancora pochi minuti a piedi per raggiungere ilAltstadt (Città Vecchia) con le sue attrazioni di prima classe, come la Frauenkirche, lo Zwinger e il Teatro dell’Opera Semper. Se preferisci un altro ristoro dopo una partita, puoi trovare piccoli negozi e numerosi caffè e pub annidati negli spazi più piccoli nella periferia di Neustadt (Città Nuova).

https://www.germany.travel/en/home.html © Leipzig Tourismus und Marketing GmbH, Philipp Kirschne - Stadtmarketing GE - GNTB, Dagmar Schwelle

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30