https://www.traditionrolex.com/30 Parigi nel 2024 è the place to be DOVE SI SVOLGERANNO LE PRIME OLIMPIADI SOSTENIBILI DELLA STORIA-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7878
Articoli visitati
5838855
Connessi 29

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 giugno 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: SPORT


Parigi nel 2024 è the place to be DOVE SI SVOLGERANNO LE PRIME OLIMPIADI SOSTENIBILI DELLA STORIA


martedì 12 dicembre 2023 di LAURA TESTA

Argomenti: Sport


Segnala l'articolo ad un amico

Cento anni fa, nel 1924, la Francia organizzava le Olimpiadi, a Parigi. Oggi i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 saranno un evento planetario, che porterà nel mondo la Francia con il suo straordinario patrimonio di cultura, arte e storia. Si tratterà delle prime Olimpiadi sostenibili della storia con l’obiettivo di dimezzare le emissioni di anidride carbonica, utilizzare per il 95% infrastrutture già esistenti e garantire la massima sicurezza. Molto più di un evento sportivo: un invito alla scoperta, alla celebrazione e alla gioia.

PRESENTAZIONE A ROMA ALL’AMBASCIATA DI FRANCIA Sono stati questi i punti forti della Conferenza Stampa di Presentazione di Parigi 2024 all’Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese a Roma alla fine di ottobre.

L’ Ambasciatore di Francia in Italia Martin Briens ha sottolineato lo spirito dei Giochi “che la Francia è particolarmente lieta di ospitare. Giochi che non si limiteranno a Parigi ma coinvolgeranno tante città e l’intera Francia. Nel mondo esistono oltre 140 ambasciate francesi. attive per promuovere l’immagine della Francia di oggi, un paese dinamico, concentrato sui giovani, che promuove i valori dello sport. E le Olimpiadi costituiscono un invito al mondo a venire in Francia per celebrare la festa dello sport internazionale. Si stima che 15milioni di turisti visiteranno la Francia durante i giochi e molti questi saranno italiani. Per tutti, il nostro massimo impegno per garantire la sicurezza dell’evento”

Concetti ribaditi da Frédéric Meyer, direttore di Atout France Italia-Grecia-Svizzera che ha sottolineato l’opportunità per chi si reca in Francia per i Giochi “di scoprire il nostro patrimonio turistico, oltre che di assistere alle gare sportive. Molti degli eventi sportivi si svolgeranno in un contesto storico e patrimoniale unico e eccezionale e l’ambizione dei Giochi Olimpici e Paraolimpici del 2024 è quella di incoraggiare le persone a viaggiare, a visitare l’intera Francia e di raggiungere i giovani e, naturalmente, chi non è mai stato in Francia o ne ha una conoscenza parziale per far scoprire una Francia in festa.I Giochi Olimpici che si terranno a Parigi sono stati concepiti in modo diverso, e sostenibili: l’intera città si sta trasformando e, dopo i Giochi, potrà essere visitata da una nuova prospettiva e con occhi nuovi” Mayer, ringraziando Christophe Decloux, Direttore Generale di Choose Paris Région, l’Ente del Turismo di Choose Paris Region ha sottolineato in particolare le offerte di soggiorno su misura con l’agenzia On Location, gli itinerari studiati (14 itinerari di un giorno e 14 itinerari di un fine settimana), l’applicazione “my Paris hôtel”, e un’applicazione specifica per i visitatori disabili chiamata “my partager thème handicap”, e ha suggerito i siti france.fr e prepare.paris2024.org per tutte le informazioni pratiche

Michael Aloisio, vicedirettore generale e portavoce di Parigi 2024 ha spiegato che i Giochi Olimpici e Paralimpici non sono solo un grande evento sportivo, ma una celebrazione dello spirito olimpico e dell’unità internazionale. “La nostra ambizione è rendere la prima destinazione mondiale anche la migliore destinazione al mondo. Per farlo, abbiamo sviluppato diverse iniziative per accogliere al meglio i 15 milioni di visitatori, di cui 1,5 milioni stranieri. Saranno proposti percorsi di visita innovativi, idee per soggiorni e nel 2024 festeggeremo anche i 150 anni dell’Impressionismo con diversi eventi organizzati nei siti regionali”

JPEG - 22.9 Kb
barbara_lovato_responsabile_stampa_atout_france.

La sicurezza & i trasporti

La sicurezza di tutti la priorità per questi giochi, come ha sottolineato Aloisio. Una ventina di siti in Île-de-France saranno messi in sicurezza, compresi i siti olimpici. Saranno istituiti perimetri di sicurezza rigorosi intorno ai siti olimpici e nei punti chiave della destinazione. Per i turisti è previsto un dispositivo di contrasto alla delinquenza nei dintorni dei siti e saranno triplicati gli addetti alla sicurezza nei mezzi pubblici. L’obiettivo è consentire al 100% degli spettatori di raggiungere i siti olimpici e paralimpici con i mezzi pubblici, grazie a un incremento nell’offerta di trasporto e implementazione di navette. 5.000 addetti nelle stazioni forniranno informazioni. Le persone con disabilità saranno accolte nelle migliori condizioni, grazie a 185 km di "strade olimpiche" riservate, ai veicoli per persone con disabilità. Saranno anche previsti mezzi di trasporto collettivi dedicati alle persone con disabilità, in particolare agli utenti in sedia a rotelle. Un po’ di cifre

I Giochi sono il più grande evento mondiale, con 206 paesi, 15mila atleti (10.500 olimpici e 4500 paraolimpici) 32 sport olimpici e 22 paralimpici, 3 sport aggiuntivi (skate, scalata e surf), + 1 nuovo sport: il Breaking. 3miliardi di telespettatori attesi per la grande cerimonia di apertura che di solito si svolge in uno stadio e che si svolgerà lungo 6 km della Senna, fra il ponte di Bercy e il Trocadéro, e per la prima volta avrà zone ad accesso gratuito. Si terrà su 160 battelli con un miliardo di telespettatori attesi per la ‘Senna Olimpica’ il 26 luglio 2024. Un lavoro di messa in sicurezza durato due anni, che consentirà di avere durante la cerimonia di apertura più di 600 000 spettatori invece dei 60-80 000 spettatori abituali di uno stadio. I luoghi

È chiara la volontà che il patrimonio parigino e le strutture esistenti siano al servizio dei giochi, per evitare il più possibile nuove costruzioni: lo “Stade Tour Eiffel” sul Champ de Mars, Les Invalides, che ospiteranno le gare di tiro con l’arco e di paratiro con l’arco, Lo Stade de France, luogo mitico. L’eredità lasciata dai Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 non si limiterà alle strutture sportive. Il Grand Paris Express, il Centro Acquatico Olimpico, il Villaggio degli atleti, il nuoto nella Senna, il quartiere di La Chapelle, Le Bourget e lo stadio Yves-du-Manoir che ha ospitato i Giochi del 1924 saranno siti trasformati e lasciati alle generazioni future. Inoltre, ci sarà un forte coinvolgimento dei territori. I giochi non si svolgeranno solo a Parigi città, ma i luoghi scelti sono anche: il Castello di Versailles che ospiterà le gare di equitazione, il Vélodrome National di Saint-Quentin en Yvelines per le prove di ciclismo e paraciclismo su pista, lo stadio nautico di Vaires-sur-Marne per il canottaggio, olimpico e paraolimpico, lo Stadio Pierre Mauroy di Lille ospiterà il basket e le finali di Handball, la Marina di Marsiglia le gare di vela e in città il football. Per la prima volta i Giochi arrivano anche nei Territori d’Oltremare con Teahupo’o, in Polinesia, la più bella onda del mondo per il surf. Inoltre, sono coinvolte più di 4.000 collettività con il marchio riconosciuto “Terre de Jeux 2024”.

Giochi inclusivi e paritari

Per la prima volta gli atleti olimpici e paralimpici formeranno un unicum e i 2 loghi saranno uniti nell’emblema di giochi. Saranno anche i primi giochi inclusivi della storia, con un numero pari di atleti e atlete. E pensare che i primi Giochi Olimpici moderni organizzati da De Coubertin erano vietati alle donne!

Sostenibilità su infrastrutture e a tavola

Le infrastrutture sono tutte rispettose del patrimonio e della sostenibilità, infatti, verrà utilizzato il 95% delle infrastrutture già esistenti o temporanee per ridurre le emissioni, il 100% delle strutture dei Giochi rimarrà agli abitanti dopo il 2024, il 100% dei materiali temporanei sono riutilizzati o riciclati, anche i 2.220 alloggi verranno riconvertiti dal villaggio degli atleti dopo i Giochi. Anche a tavola l’esperienza culinaria costituirà qualcosa di innovativo che varierà a seconda dei siti olimpici. La questione qualità è al centro, l’alimentazione vegetale rivestirà un ruolo importante, con il 60% di offerta vegetariana per gli spettatori. L’alimentazione sarà certificata al 100% con l’80% di prodotti francesi e il 25% prelevati a meno di 250 km di distanza dai vari luoghi di provenienza. I Giochi si impegnano anche a dimezzare l’utilizzo della plastica usa e getta e per la valorizzazione di tutti gli alimenti che non saranno consumati, garantirà operazioni di compostaggio o metanizzazione. © Florian Hulleu / Paris 2024 - © Laura Testa

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30