https://www.traditionrolex.com/30 INVITO AL MUSEO-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7875
Articoli visitati
5811195
Connessi 28

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
14 giugno 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: CULTURA


INVITO AL MUSEO

9 MAGGIO MUSEO DI ROMA
lunedì 6 maggio 2024 di La Redazione

Argomenti: Mostre, musei, arch.


Segnala l'articolo ad un amico

Per la rassegna Libri al Museo, giovedý 9 maggio al Museo di Roma in programma la presentazione dei primi tre volumi della collana Geografie artistiche Alle ore 17.00 nella Sala Tenerani, alla presenza degli autori e dei curatori, verranno presentati i volumi La famiglia nella pittura italiana dell’Ottocento. Ritratto di gruppo e scena di genere di Ilenia Falbo; De la madera al mßrmol. Arte religioso en Chile, siglos XVIII y XIX di Fernando Guzmßn; La fucina di Andrea Cefaly (1827-1907). Un crocevia di artisti tra Napoli, Firenze e Parigi di Maria Saveria Ruga

Roma, 6 maggio 2024 – Nuovo appuntamento in arrivo per la rassegna Libri al Museo, l’iniziativa promossa da Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che ospita in varie sedi museali la presentazione di pubblicazioni dedicate alla storia dell’arte, alla museologia e ai beni culturali. Giovedý 9 maggio alle ore 17.00, nella Sala Tenerani del Museo di Roma a Palazzo Braschi (Piazza di San Pantaleo, 10), si terrÓ la presentazione dei primi tre volumi della collana Geografie artistiche (Silvana Editoriale, 2023), curati da Giovanna Capitelli, Stefano Cracolici e Carla Mazzarelli.

Questi i titoli dei tre volumi che verranno presentati: La famiglia nella pittura italiana dell’Ottocento. Ritratto di gruppo e scena di genere di Ilenia Falbo; De la madera al mßrmol. Arte religioso en Chile, siglos XVIII y XIX di Fernando Guzmßn; La fucina di Andrea Cefaly (1827-1907). Un crocevia di artisti tra Napoli, Firenze e Parigi di Maria Saveria Ruga. Nel corso dell’incontro interverranno Ilaria Miarelli Mariani (Direttrice della Direzione Musei Civici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali), Amaya Alzaga Ruiz (Uned, Madrid), Matteo Lafranconi (Scuderie del Quirinale) e Roberto Rusconi (giÓ UniversitÓ Roma Tre). Saranno presenti gli autori e i curatori.

L’ingresso Ŕ libero fino ad esaurimento posti. Servizi museali di ZŔtema Progetto Cultura.

Geografie artistiche Ŕ una collana di studi storico-artistici e letterari che si interroga in modo critico su come le arti e le lettere siano plasmate dai paesaggi fisici e culturali e come tali paesaggi siano influenzati dalle pratiche artistiche e letterarie. La collana accoglie contributi di vario genere che indagano la distribuzione geografica delle fonti e degli oggetti d’arte e architettura, la mobilitÓ degli artisti e delle opere, le reti della committenza e del mercato, le modalitÓ di trasmissione degli stili, tecniche e materiali, la circolazione di temi e modelli, i registri di comunicazione tra artisti e letterati, secondo prospettive sensibili agli studi sull’ambiente, ai dibattiti sul patrimonio culturale, ai temi della geografia umana.

Attraverso una pluralitÓ di voci, metodi e linguaggi, la collana si immerge con rigore storico e filologico nelle geografie mobili delle arti per indagare pi¨ da vicino la vita dei luoghi culturali, in cui gli spazi della sociabilitÓ si intrecciano e si aprono a ricezioni cosmopolite, oltre i confini delle retoriche identitarie nazionali e le dicotomie tra pubblico e privato, centro e periferia, dimensione locale e dimensione globale del fare artistico e letterario. Geografie artistiche si pone come un nuovo crocevia fra diverse discipline che desiderano approfondire la comprensione di tali rapporti, aprendo a nuove narrative storiografiche e nuove opportunitÓ di collaborazione e riflessione critica.

INFO Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19)

www.museiincomuneroma.it

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30