https://www.traditionrolex.com/30 QUALCOSA NON TORNA-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7817
Articoli visitati
5595508
Connessi 14

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
27 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

QUALCOSA NON TORNA


lunedì 23 ottobre 2023 di Silvana Carletti

Argomenti: EDITORIALE


Segnala l'articolo ad un amico

Come è possibile che lo “scoop” andato in onda su “Striscia la notizia” mercoledì scorso e che ha suscitato un vero e proprio stupore, sia stato trasmesso da un canale televisivo di proprietà di una famiglia certamente di centro-destra ed erede di Silvio Berlusconi e del suo partito che, attualmente, fa parte del governo?

Ed inoltre, come è possibile che un autore bravo e autorevole come Antonio Ricci abbia “osato” mettere in onda un simile servizio, senza un benchè minimo consenso dall’alto dell’azienda visto che si trattava di notizie riguardanti la “Presidente del Consiglio”?

Capisco se si fosse trattato di un servizio televisivo eseguito da una trasmissione avversa al governo attuale (anche se attualmente ne esistono poche), ma, addirittura, mettere alla berlina un fatto così eclatante su Canale Cinque, sembra inverosimile…

Probabilmente, all’interno del centro destra, c’ è qualche nemico della Premier che, alla vigilia della festa di Fratelli d’Italia, ha voluto mettere in difficoltà una Presidente che gode della stima e dell’affetto dei suoi numerosi elettori.

Potrebbe anche trattarsi di chi mira, già da tempo, a sostituirla, in attesa della proclamazione di un “premierato”, esaltato e sponsorizzato dall’intera coalizione che dovrà essere presto messo in discussione.
Staremo a vedere…

Certo è che Giorgia Meloni dovrà guardarsi le spalle da nemici di sinistra e di destra. Un equilibrio difficile in un momento in cui il nostro Paese si trova coinvolto in due guerre devastanti, mentre deve affrontare e cercare di risolvere una situazione economica difficilissima. Forse la luna di miele tra la coalizione va scemando e la presunta e declamata “compattezza” di tre partiti differenti in molte idee è solo un’utopia.

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30