https://www.traditionrolex.com/30 I FRANCESI CONTRO L'AVANZATA DELLA DESTRA-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7958
Articoli visitati
6101801
Connessi 16

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
15 luglio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

I FRANCESI CONTRO L’AVANZATA DELLA DESTRA

BALLOTTAGGIO 2024
lunedì 8 luglio 2024 di A.Profili

Argomenti: Politica


Segnala l'articolo ad un amico

Contro ogni previsione, alle elezioni, i francesi, in gran numero, si sono presentati alle urne per frenare il “pericolo” destra ed un cambiamento che poteva presentare incognite e sorprese.

I risultati sono evidenti: avanza inaspettatamente la sinistra di Mélenchon e si conferma il partito Nuovo Fronte popolare di Macron i quali, unendosi, potrebbero formare una forza governativa di grande spessore, anche se di difficile realizzazione.

Così, la Francia attuale dovrà superare grandi difficoltà nella formazione di un nuovo governo, creando, allo stesso tempo, una situazione complessa ed inaspettata al Parlamento europeo.

D’altronde, molte sono state le “novità” di questi ultimi giorni: l’unione dei Patrioti di Orban e la sua visita a Putin, le elezioni della Gran Bretagna con la vittoria dei Laburisti, la precedente vittoria di Sanchez in Spagna: situazioni che hanno modificato, indubbiamente, gli equilibri europei.

In tutto questo cambiamento, ci si prepara, ora, ad un difficile compito di assestamento e, nello stesso tempo, l’Italia si troverà ad affrontare un lungo periodo di difficoltà, sia dal punto di vista economico che da quello politico che trova, attualmente, il nostro Paese incerto nelle scelte europee e diminuito di importanza nel contesto generale.

Di fronte al difficile futuro che aspetta l’Unione europea, appare evidente che alcune importanti nazioni hanno preferito un status quo a drastiche varianti e che permane ancora in molti, indelebile, lo spettro del populismo e dell’assolutismo, che, comunque, risorge nel gruppo dei “sovranisti” che si sta formando.

Sorprese, esaltazioni di gioia per molti, delusione per altri; così si concludono le elezioni in Francia che aumenteranno, comunque e in ogni caso, le preoccupazioni di una Europa attualmente vicina a 2 guerre e con l’incognita delle prossime scelte dell’America.

Foto logo: IL MATTINO

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30