https://www.traditionrolex.com/30 REAZIONE A CATENA: 2 PESI E 2 MISURE-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7812
Articoli visitati
5583930
Connessi 5

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
26 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

REAZIONE A CATENA: 2 PESI E 2 MISURE


giovedì 31 agosto 2023 di A.Profili

Argomenti: Media, TV e Internet


Segnala l'articolo ad un amico

Al numeroso pubblico di Reazione a catena non è certo sfuggita, ultimamente, la diversità di trattamento tra i concorrenti che si cimentano in una gara molto seguita dal pubblico televisivo.

Il trio formato ai “I DAI E DAI” ha dimostrato, fin dall’inizio della gara, un’eccellente preparazione, grande spirito di inventiva e prontezza di riflessi. Probabilmente, la loro attività informatica li ha resi molto immediati e precisi nelle risposte.

Al pubblico televisivo, però, non è certo sfuggita la diversità di contenuto dei vari quiz finali che, da un inizio abbastanza sostenibile, è poi passata a difficoltà sempre maggiori, a volte, addirittura incomprensibili e contestabili che avrebbero messo in grande difficoltà qualsiasi esperto di lingua italiana.

Ciò non riguardava soltanto l’ultima sfida, ma anche l’ultima parola da indovinare che si rivelava, alla fine “inimmaginabile” e “criticabile”.

Dopo 125 partecipazioni, il famoso ed eccellente gruppo, sempre vincente, è caduto su di una banalità che lascia molti dubbi e stupore…

Ciò che desta meraviglia, però, è il fatto che, dopo essere l’eliminazione dei “DAI E DAI”, si è passati a presentare delle domande talmente facili e semplici da sembrare incredibili…

Peccato; perché una trasmissione così accattivante e piacevole rischia di cadere nell’ovvio e nello scontato, a danno di visibilità e, soprattutto, di qualità.

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30