https://www.traditionrolex.com/30 NON E' MAI TROPPO TARDI-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7812
Articoli visitati
5583876
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
26 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

NON E’ MAI TROPPO TARDI

Si spera....
venerdì 14 luglio 2023 di A.Profili

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

Era iniziato già con Berlusconi: il ritiro da ogni mondanità, un matrimonio morganatico con una moglie tranquilla e lontana da ogni scandalo, l’addio alla vita precedente, pur di offrire l’immagine di probabile e desiderabile futuro Presidente della Repubblica.

Purtroppo, però, le cose sono andate diversamente, confermando il famoso detto: “L’uomo propone e Dio dispone”.

Fin da allora, i programmi Mediaset incominciarono a variare prendendo una sfumatura meno osé e concentrandosi su storie meno violente e spregiudicate.

Il che sarebbe lodevole.

Ora, con il nuovo governo che si pone come primo fine, il riscatto morale di un Paese molto discusso su vari fronti, è iniziata l’opera di allontanamento da parte della TV commerciale e , ahinoi, anche pubblica, di personaggi “”scomodi” e la sostituzione di programmi realistici e, a volte, eccessivamente esagerati, con storie d’amore tenere e strappalacrime, con notiziari elaborati ad hoc, usando un linguaggio misurato ed attento e così via… Si è giunti fino al paradosso, di proibire l’uso della lingua inglese, ormai universale per difendere la nostra italianità...

Il tutto sarebbe degno di plauso, se non fosse, purtroppo, ipocrita e studiato a tavolino con l’unico scopo di attirare voti politici.

Così come il termine “patrioti” di uso lessicale antiquato, fortemente consigliato per sperare di cambiare un Paese distrutto da miseria, delusioni, scandali continui e promesse mai realizzate e realizzabili, in uno Stato onesto, giusto e che pone come primo scopo il bene dei cittadini.

Sarebbe consigliabile a chi si impegna fortemente per realizzare questo sogno, di non illudersi che il popolo italiano, dopo tanto dolore, difficoltà di sopravvivenza e promesse mancate, si lasci convincere da false e "miracolose" apparenze.

Servirebbero soltanto fatti concreti e non parole.

(Foto logo da Repubblica)

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30