https://www.traditionrolex.com/30 COMANDANTE, di Edoardo De Angelis-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7897
Articoli visitati
5883215
Connessi 17

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
20 giugno 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

COMANDANTE, di Edoardo De Angelis

Una storia vera)
sabato 11 novembre 2023 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: CINEMA, Film


Segnala l'articolo ad un amico

Presentato all’80esima Mostra del Cinema di Venezia, Comandante di Edoardo De Angelis, è ispirato alla storia vera di Salvatore Todaro, nato a Messina nel 1908 e entrato all’Accademia navale di Livorno nel 1923. Divenuto comandante di sommergibili, nonostante un incidente gli avesse arrecato danni alla schiena per i quali avrebbe potuto ottenere la pensione di invalidità, durante la II Guerra Mondiale rimane in servizio come capitano del sottomarino “Comandante Cappellini”.

* Nella notte del 16 ottobre 1940 una nave belga a luci spente attaccò il sommergibile italiano e Todaro ne ordinò l’affondamento. Scoprì poi che era il piroscafo Kabalo del Belgio, un paese che era ancora neutrale. Comunque decise di andare contro le regole dell’epoca e salvò i 26 naufraghi accogliendoli a bordo, perché la legge del mare per lui contava di più della legge della guerra.

Purtroppo l’eccessivo peso del numero di persone a bordo accrebbe il rischio di essere colpiti dal nemico, impedendo l’immersione del sommergibile. E in effetti dopo qualche giorno, il Cappellini incrociò un convoglio inglese che intendeva affondarlo. Per evitare tale rischio, Todaro trasmise al comandante inglese un messaggio in cui spiegò la situazione e chiese una tregua per portare in salvo i civili. In modo imprevisto la tregua fu concessa e il comandante Todaro raggiunse le Azzorre, dove fece sbarcare i superstiti del Kabalo

Insomma Edoardo De Angelis, regista e sceneggiatore insieme allo scrittore Sandro Veronesi, attraverso questa storia vera, esalta il valore del soccorso, simbolo della più nobile identità italiana. Magistrale l’interpretazione di Pierfrancesco Favino nel ruolo di un personaggio coraggioso che purtroppo potrebbe essere tacciato di retorica, in un mondo cinico che oggi rimane indifferente di fronte a tanti migranti annegati nel Mediterraneo.

Edoardo De Angelis al Festival di Venezia ha affermato quanto segue :“Mi auguro che le persone che vedranno questo film si trovino d’accordo sul fatto che esistono delle leggi eterne e immutabili, come la legge del mare, leggi che non vanno infrante mai.". E Sandro Veronesi ha aggiunto: "Quella del 2018 è stata per me l’estate del disonore, perché per me è un disonore non rispettare le più elementari e millenarie regole del mare, a cominciare dal soccorso. C’era un clima piuttosto pesante e anche abbastanza sprezzante, e la storia di Salvatore Todaro era una risposta perfetta, perché la storia del nostro paese, del nostro popolo, della civiltà alla quale apparteniamo è una storia di salvataggi, a prescindere dalle guerre e dai conflitti che si sono avvicendati. E invece in quel momento gli slogan erano molto brutti, e io pensavo: non faccio parte di questo, abbiamo conosciuto un altro modo di essere, e nel mare gli italiani si sono sempre distinti. Noi siamo un popolo di navigatori, di poeti, e poter lavorare a questa storia è stato per me un grandissimo regalo".(Da Comingsoon)

JPEG - 33 Kb
Edoardo De Angelis

È chiaro che il problema andrebbe affrontato non solo a livello italiano, ma anche europeo e internazionale, poiché il fenomeno epocale delle migrazioni si può risolvere solo con maggiore solidarietà da parte di tutti e soprattutto creando vivibilità in paesi in cui imperversano guerre, fame e malattie.

Notevole il cast includente Pierfrancesco Favino, Massimiliano Rossi, Silvia D’Amico, Giorgio Cantarini, Johan Heldenbergh, Giuseppe Brunetti, Lucas Tavernier, Arianna Di Claudio, Luca Chikovani, Giuseppe Lo Piccolo Fotografia è di Ferran Paredes, il montaggio di Lorenzo Peluso, le musiche sono di Robert Del Naja, Euan Dickinson.

Edoardo De Angelis, nato a Napoli nel 1978, è regista sceneggiatore e produttore cinematografico. Tra i suoi film ricordiamo Mozzarella Stories (2011), Perez. (2014), Magnifico Shock, episodio di Vieni a vivere a Napoli (2016) Indivisibili (2016), Il vizio della speranza (2018)

Ecco il trailer del film: https://www.comingsoon.it/film/coma...

Giovanna D’Arbitrio

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30