https://www.traditionrolex.com/30 SEI DONNE. IL MISTERO DI LEILA-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7811
Articoli visitati
5580007
Connessi 4

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
26 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

SEI DONNE. IL MISTERO DI LEILA

Da Martedì 28 su RAI UNO
venerdì 24 febbraio 2023 di Silvana Carletti

Argomenti: Media, TV e Internet


Segnala l'articolo ad un amico

Inizierà il 28 febbraio martedì su RAI UNO, la nuova serie Tv creata da Ivan Cotroneo e Monica Rametta per la regia di Vincenzo Marra.

Si tratta di un giallo contemporaneo che intreccia la storia di sei donne, diverse tra loro, ma che hanno in comune una fragilità profonda che non impedisce, comunque, di reagire e sapersi difendere.

Come afferma Maria Pia Ammirati, direttore di Rai Fiction, si trovano di fronte due mondi: quello degli adulti e quello dei più giovani, con tutte le difficoltà da superare, le incomprensioni e così via.

Ivan Cotroneo (sceneggiatore) ci dice che è partito da una ricerca psicologica delle sei personalità femminili cui ha aggiunto il mistero della scomparsa di Leila per creare un lavoro a sfondo soprattutto di introspezione.

Ambientata nella splendida città di Taranto, la fiction si svolge in tre episodi. La location è stata voluta fortemente dal regista Vincenzo Marra che, come afferma, da molto tempo desiderava ambientare una storia in Puglia, a Taranto dove, fin da piccolo, ha vissuto e che ha sempre ammirato.
Il mare, poi, fa da protagonista e parte integrante del racconto. Un modo, secondo lui, di far conoscere parti del nostro Paese che spesso sfuggono alla nostra attenzione.

Regista, soprattutto di film, Marra, per la prima volta si cimenta in una serie Tv, con puntate di 100 minuti l’una. Si direbbe, una lunga pellicola che ha richiesto un notevole impegno, dato il diffondersi del Covid e l’estate caldissima dello scorso anno, ma ne è valsa la pena.

Tutto il cast, molto affiatato ha lavorato con entusiasmo e fiducia reciproca.

Gli attori sono:
Maya Sansa, nella parte della PM della Procura di Taranto, Isabella Ferrari, Ivana Lotito, Denise Tantucci, Giulia Fiume, Cristina Parku, Silvia Dina Piacente (nel ruolo di Leila), Alessio Vassallo, Michele De Virgilio, Simone Borrelli e altri ancora. Inoltre, Gianfelice Imparato, Pier Giorgio Bellocchio, Fausto Maria Sciarappa E Maurizio Lastrico.

Maya Sansa si dichiara felice per il suo ruolo e coinvolta nella trama. Interpreta una donna con una infanzia difficile e un matrimonio in crisi. Ciò la porta ad una maggiore fragilità che cerca di eludere con l’alcol. Ha dedicato la vita alla giustizia e si batte per questo scopo.

Isabella Ferrari (Viola) si dice molto soddisfatta della sua partecipazione. Viola è una donna un po’ inadeguata che ha tanto bisogno di amore, anche se riceve delle delusioni.

Ivana Lotito (Michela) è la zia materna di Leila che le è sta affidata. Si troverà indagata assieme alle altre donne, ma saprà difendersi superando le sue debolezze interiori.

JPEG - 30 Kb
Ivana Lotito e Maurizio Lastrico

Denise Tantucci è Alessia, una ragazza moderna e sportiva che può sembrare un po’ fredda e arrogante, ma che i dimostrerà, invece, anche dolcezza e spontaneità.

Alessio Vassallo è l’Ispettore Emanuele che, dopo un inizio difficile con Anna, riuscirà ad instaurare un ottimo rapporto di amicizia e collaborazione con lei. Maurizio Lastrico è Gregorio, patrigno di Leila che si atte con umanità e sensibilità per raggiungere la verità sui fatti accaduti.

Questa serie si presenta di grande interesse non solo per la trama avvolta di mistero, ma, soprattutto, per la psicologia delle protagoniste che, ancora una volta, riescono a mettere in evidenza il ruolo della donna moderna nella società e nella vita, in generale.

Tutte le vicende descritte trattano importanti argomenti: l’integrazione, il lavoro femminile, il gender gap, la violenza domestica, il body shaming : tematiche che coinvolgono ed emozionano.

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30