INFORMAZIONE
CULTURALE
Agosto 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6376
Articoli visitati
4697108
Connessi 10

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
12 agosto 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

RIVIVERE LA ROMA IMPERIALE

REALITY VIRTUAL BUS
sabato 25 giugno 2022 di Patrizia Cantatore

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

Dal 23 giugno sarà possibile fruire, grazie al Virtual Reality Bus realizzato da Invisible Cities, start up innovativa creata da Arsenale 23, con il supporto di Linkem, sia per i turisti sia per i romani, di un viaggio nel tempo nella Roma Antica. Poter godere comodamente seduti in una poltrona di un bus la realtà oggettiva dei resti archeologici di oggi a confronto con una ricostruzione in 3d della Roma di 2000 anni fa. Ricostruzioni minuziose, realizzate dai migliori specialisti, che utilizzano effetti visivi realizzati interamente in Italia con la supervisione di curatori archeologi.

Il progetto espositivo è stato presentato il 21 giugno dal Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, dall’Assessore capitolino alla Cultura, Miguel Gotor, e dall’AD di Invisible Cities, Giorgio Capaci.

Promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con il Parco Archeologico del Colosseo e con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura, la mostra “Roma Imperiale - Virtual Reality Bus” sarà attiva tutti i giorni dalle 16.20 alle 19.40 (ultima corsa), al costo di 15 euro (ridotto a 10 euro con la MIC card), con partenza da Piazza della Madonna di Loreto (Via dei Fori Imperiali). Il percorso, della durata di 30 minuti, è fruibile in italiano e in inglese. I biglietti possono essere acquistati direttamente presso la biglietteria in prossimità della Colonna Traiana (Fori Imperiali) oppure online sul sito www.vrbusroma.it

Il tour esperenziale propone un percorso mozzafiato nella Città Eterna passando su Via dei Fori Imperiali, Via degli Annibaldi, Colosseo, Palatino, Circo Massimo e Teatro di Marcello, un’immersione a 360° con tecnologia VR “headest free” cioè letteralmente a testa libera, senza dover coinvolgere le competenze del utilizzatore. Le ricostruzioni delle architetture sono fruite direttamente sugli schermi OLED sovrapposti ai finestrini del Bus con un sistema a tendine motorizzate che permetterà di ammirare le bellezze di oggi a confronto con quelle del passato ricostruite. Si tratta del brevetto del sistema MOVX, unico al mondo, che vede coinvolti 3 GPS, un accelerometro a tre assi, un magnetometro, un velocimetro e un laser di superficie, sincronizzati con la velocità e la posizione del bus nello spazio fisico reale insieme a quelli dello spazio virtuale, permettendo la registrazione e la riproduzione di ogni movimento, curva, buca o dosso durante il tragitto.

Come ha precisato il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, “VRbus” è un’iniziativa moderna e unica nel suo genere supportata dal Comune per raccontare la storia millenaria della Capitale in una veste che possa attrarre ulteriormente il pubblico, non solo straniero, ma anche i cittadini per un viaggio alla scoperta del passato di Roma. Il tutto all’insegna della sostenibilità, il bus è infatti un mezzo totalmente elettrico, nel rispetto dei luoghi attraversati e dell’ambiente.

L’esperienza è molto gratificante, le rovine all’improvviso prendono vita e tornano agli antichi splendori, con colori, suoni, musica a bordo e un sistema integrato di emissione di fragranze sviluppato da Integra Fragances, per permettere un’immersione completa nella Roma dei Cesari. Il progetto vuole rivoluzionare la fruizione dei contenuti virtuali, aprendo nuovi orizzonti all’apprendimento storico-archeologico, alla promozione turistica e alla valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico italiano, unico al mondo.

JPEG - 23.3 Kb
Presentazione VR in Campidoglio

Auspichiamo, come l’A.D. di Invisible Cities Ernesto Faraco, che i VR-Bus, non solo a Roma, ma in ogni città, possano far vivere questa esperienza che permette di cambiare il modo di vivere e di apprendere la storia avvicinando all’archeologia in modo tecnologico le generazioni più giovani, con l’intento di riscoprire l’identità di appartenenza e la nostra eredità storica per poterla rilanciare nel futuro.

Il VR-BUS è il risultato del lavoro appassionato di un team di giovani talenti tutti made in Italy selezionati dalla factory creativa “Arsenale 23” che ha originato l’idea e lanciato il progetto. Un mix di esperti di realtà aumentata e virtuale, di programmatori, ma anche di talentuosi 3D artist e designer, gli stessi che da anni realizzano gli effetti speciali televisivi e le ricostruzioni 3D per il cinema e i più importanti speciali culturali televisivi.

Invisible Cities è una start-up specializzata in Virtual, Augmented e Mixed Reality la cui missione è realizzare esperienze e nuovi media per visitare mondi scomparsi del passato, rivivere il presente, ed esplorare gli infiniti scenari del futuro, navigare nel metaverso e nelle smart cities di domani.

Per maggiori informazioni 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00) www.museiincomune.it; vrbusroma.it