INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4625
Articoli visitati
3958383
Connessi 13

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
17 novembre 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Articoli nella Rubrica

PASSATO E PRESENTE dell'anno 2018

Storia e politica attuale e passata, recensione di saggi sul tema

Articoli degli altri anni

CONSIDERAZIONI SUL RAZZISMO
Un vento xenofobo soffia in Occidente
lunedì 5 novembre 2018 di Marcella Delle Donne
Parte II America First. Tra i sostenitori di Trump nella sua corsa alla Casa Bianca, si annoverano americani partecipi dell’ideologia dei suprematisti bianchi, gli attivisti e i simpatizzanti del Klu Klux Klan. Coerenti con le promesse “America first”, arrivano i primi interventi del Presidente: sospensione di entrare negli Usa alle popolazioni di sette paesi musulmani, costruzione del muro al confine con il Messico, espulsione degli immigrati che varcano il confine (...)

Non si tratta di audacia ma di irresponsabilità.
giovedì 1 novembre 2018 di Michele Penza
Sei mesi fa in Italia operava il governo Gentiloni e sebbene con tutte le difficoltà e tutti i problemi che sappiamo lo faceva in un clima di normalità e stabilità sia per quanto concerne la situazione interna che nell’ambito dei rapporti internazionali. Non è più così. La volontà popolare accompagnata forse da qualche altro fattore che sarebbe interessante indagare ha stravolto questa condizione generando una situazione nuova e totalmente diversa che con tutta la migliore volontà mi (...)

Storia di Nadia yazida
La storia di Nadia, e delle persecuzioni del popolo Yazida. Si tratta di un’opera di poesia pubblicata sul libro ’ DONNE DONNE ETERNI DEI’ della stessa autrice (Manni editore, 2017)
giovedì 1 novembre 2018 di Marcella Delle Donne
Lontano, lontano nel tempo l’umanità un Dio riconobbe In Kurdistan, all’origine del mondo a Zarathustra, il profeta, Dio parlò Diffondi il mio credo, in Dio la fede Il Bene in vita vince contro il Male da Dio pur all’origine creato se l’uomo contro il Male lotta Yazida il nome della fede Per mille, mille e mille anni nel Kurdistan, poi iracheno, si diffuse Venne del Male un giorno la conquista dell’Islam pervertito la minaccia soggiogar fedeli (...)

CARA EUROPA, TI SCRIVO…
Unione Europea: un sogno svanito?
mercoledì 10 ottobre 2018 di Giovanna D’Arbitrio
Mi è venuta in mente la canzone “L’Anno che verrà” di Lucio Dalla, mentre guardavo vari Tg con notizie allarmanti su miliardi bruciati in Borsa insieme ai risparmi di italiani onesti, su populisti e xenofobi inneggianti alle loro vittorie in Italia e all’estero e imperversanti contro l’Unione Europea nella convinzione di liberarsi da migranti e crisi economiche, come se la globalizzazione non esistesse, incuranti delle guerre che oggi si fanno anche a suon di (...)

Una domanda al ministro Sviluppo economico e lavoro, vicepresidente del consiglio
Il Reddito di cittadinanz e Di Maio
lunedì 1 ottobre 2018 di Michele Penza
Al signor Ministro Luigi Di Maio, Giggino per gli amici, ministro uno e trino nel senso che al momento imperversa in ben tre dicasteri vorrei, se potessi, rivolgere una domanda per aver chiaro un dettaglio della proposta che possiamo considerare il cavallo di battaglia del movimento penta stellato, il fulcro della sua dottrina politica, la chiave magica che gli ha consentito di carpire il consenso di così gran parte degli elettori, italiani, ossia del cosiddetto reddito di cittadinanza. (...)

PEDAGOGIA DELL’ANFIBIO
A quasi venti anni dalla sua sospensione, il servizio di leva obbligatorio ha riaperto il dibattito pubblico e politico sull’ utilità di una sua eventuale reintroduzione.
lunedì 1 ottobre 2018 di Sandro Meardi
Il Senatore Matteo Salvini, ormai è noto a tutti, è tacciato, tra l’altro, di essere populista, attribuendo all’aggettivo l’accezione dispregiativa di cavalcare facili consensi elettorali quali l’insistenza sull’insicurezza delle strade ed il contenimento dell’immigrazione. Pur lasciando alle varie opinioni se i temi a lui cari siano o meno meritevoli di essere trattati con la determinazione promessa in campagna elettorale, una cosa è certa. Il suo (...)

CONSIDERAZIONI SUL RAZZISMO
Stereotipi e pregiudizi etnici
sabato 1 settembre 2018 di Marcella Delle Donne
Parte prima La sindrome dell’alieno - Una lunga Processione di polacchi, con in testa un folto gruppo di rappresentanti della Chiesa Cattolica, si avvia nel 2017 verso i confini della Polonia. La statua della Madonna in processione, molte donne con il rosario in mano. Arrivati al confine si inginocchiano in preghiera: “Signore, allontana da noi i “diversi”, proteggi la nostra identità, la nostra fede, dall’invasione degli alieni”. Ecco un esempio di (...)

Salvinismo? No, grazie
sabato 1 settembre 2018 di Michele Penza
Come non condividere le considerazioni premesse all’analisi del mio direttore che ben si adatterebbero a qualsiasi valutazione per conferirle credibilità, quali “est modus in rebus” “In medio stat virtus”, etc. ? Ciò che mi resta arduo è il collegare tali ragionevoli e sensate affermazioni con la tipologia di uomini e la metodologia operativa che il salvinismo ci porge. Non posso ignorare oggi i fatti, i discorsi, i referendum irredentistici, tutti gli eventi (...)

ECONOMIA REALE O VIRTUALE?
Breve excursus storico dal 1944 ad oggi
lunedì 16 luglio 2018 di Giovanna D’Arbitrio
Gli italiani onesti, si sa, sono un popolo di risparmiatori e si tramandano di padre in figlio questa caratteristica che li contraddistingue. Grande è stata pertanto in questi ultimi tempi la loro apprensione per Spread e borse altalenanti che minacciavano di mandare in fumo sacrifici di intere generazioni. Ricordiamo bene come nel dopoguerra nonni e genitori “spaccassero il centesimo” pur di non fare sprechi e costruire qualcosa per il futuro dei loro figli con la speranza che (...)

IN GUERRA CON IL PASSATO, EDITORE RIZZOLI 2016
LE MANIPOLAZIONI DEGLI EVENTI STORICI
Un’opportunità per riflettere sulla ricerca della Verità
venerdì 1 giugno 2018 di Giovanna D’Arbitrio
Fin dall’inizio del suo libro “In Guerra con il Passato”, a partire dall’introduzione, Paolo Mieli evidenzia i danni enormi di manipolazioni e contraffazioni di eventi storici, dettate dalla volontà di piegare il passato ai problemi del presente, danni che si riversano soprattutto sulle nuove generazioni che in tal modo appaiono disarmate e non preparate “ad affrontare le guerre, purtroppo non metaforiche, di oggi o di domani’. A tale premessa seguono (...)

Uomini di Francia
Considerazioni e raffronti fra uomini
domenica 1 aprile 2018 di Michele Penza
Confesso che le attuali vicende politiche del nostro paese hanno finito col generare in me una sensazione di insofferenza oltre che di motivata preoccupazione per gli scenari che aprono, e mi sento quasi sollevato dal fatto che vengo distolto da loro da altre notizie di cronaca che vengono dalla Francia che suscitano riflessioni interessanti sugli eventi medesimi e sugli uomini che se ne rendono protagonisti. Soprattutto sugli uomini, sono principalmente loro quelli che mi interessano e si (...)

Capolarato editoriale all’ombra del Colosseo
Lo sfruttamento da parte di chi critica lo sfruttamento
domenica 1 aprile 2018 di Andrea Comincini
Nelle ultime settimane il mondo della cultura è stato scosso da un profondo moto di indignazione, dovuto alla triste constatazione che una nota multinazionale nel ramo della distribuzione – specialmente di libri – costringe i suoi impiegati a lavorare in condizioni al limite dello sfruttamento. Il coro di protesta ha visto schierati personaggi noti e case editrici, riconducibili alla cosiddetta “intellighenzia”, sensibilissima per tradizione a sostenere le battaglie (...)

LA MIA AERONAUTICA
Il 28 marzo 2018 è ricorso il 95° anniversario dalla nascita dell’Aeronautica Militare come Forza Armata autonoma. Fra storia e ricordi un pensiero di gratitudine.
mercoledì 28 marzo 2018 di Sandro Meardi
In una carriera professionale, qualunque essa sia, penso si avverta il desiderio, quando volge al termine o è già terminata, di riappropriarsene in tutti suoi significati, per quanto essa ci ha offerto in soddisfazioni personali e per quanto ci ha dato nell’appartenenza ad un comune sentire di squadra. Così, senza presunzioni, ad una ’mia Aeronautica’, ci può essere una ’mia sala operatoria’ per un chirurgo o una ’mia biblioteca’ per un (...)

Gli avvoltoi di Mafia Capitale
No, all’etnocidio del popolo Rom.
giovedì 1 marzo 2018 di Marcella Delle Donne
Questa è il quarto capitolo del lavoro “ROM: DAL PORRAJMOS A MAFIA CAPITALE”. I primo capitoli già pubblicati si trovano qui 1° Un’orda di artisti si aggira per Europa, qui 2° Il popolo rom non esiste e qui 3° ROM: il cuore è uno zingaro Stereotipi e pregiudizi Una ricerca condotta tra gli studenti di Sociologia chiamati a esprimere giudizi su alcune categorie di stranieri, come americani, giapponesi, arabi, e rom, ha dato questo ritratto degli americani: simpatici, (...)

PERCHÉ DARGLIELA VINTA SENZA COMBATTERE?
Riflessioni e osservazioni sul diritto di voto
giovedì 1 marzo 2018 di Michele Penza
Sono in tanti, sono troppi coloro che da anni rifiutano di esercitare il loro diritto di voto, quelli che sbagliano motivando questo atteggiamento negativo col sentimento di disgusto, peraltro comprensibile, suscitato da certi comportamenti e modi di essere della classe politica nostrana molto diffusi, è vero, ma che mi sembra irrazionale considerare assolutamente generalizzati e ormai irreversibili. Parlando della specie umana è lecito usare con parsimonia il termine ‘tutti’. (...)

BABY GANG: UN FENOMENO IN CRESCITA NON SOLO A NAPOLI
Analisi delle cause, sia a livello nazionale che internazionale
giovedì 1 marzo 2018 di Giovanna D’Arbitrio
Quando si parla di baby gang e criminalità si mettono in evidenza solo gli effetti, mai le ’cause’ e mi dispiace francamente che si restringa il fenomeno solo a Napoli, quando le periferie ’scoppiano’ sia a livello nazionale che internazionale: a Londra, Parigi, New York ad esempio esiste già da molti anni e anche in tante città italiane di cui non si parla mai. Purtroppo viviamo in un’epoca in cui denaro e potere predominano insieme ad egoismo, corruzione e (...)

ROM: IL CUORE È UNO ZINGARO
Dagli stereotipi alla vita vissuta.
giovedì 1 febbraio 2018 di Marcella Delle Donne
Questa è il terzo capitolo del lavoro “ROM: DAL PORRAJMOS A MAFIA CAPITALE”. I primo capitoli già pubblicati si trovano qui 1° Un’orda di artisti si aggira per Europa e qui 2° Il popolo rom non esiste. Costruzione degli stereotipi culturali Le teorie sulla razza prendono forma nella categoria del gruppo di appartenenza determinato, sul piano biologico, dallo ius sanguinis, concezione che è stata destituita di fondamenti validi dalle scoperte scientifiche dei biologi (...)

Carnevale dopo Natale. Meglio se pagàno
Le polemiche che anche quest’anno hanno contraddistinto il periodo natalizio sul tema presepio si o no, inducono a qualche riflessione su chi siamo e cosa vogliamo diventare.
giovedì 1 febbraio 2018 di Sandro Meardi
Il Carnevale è un periodo di festa che si celebra soprattutto nei Paesi di tradizione cattolica. La parola stessa, derivata dal latino carnem levare (levare la carne) indica il periodo di astensione o di digiuno che il precetto religioso imponeva dopo l’ultimo giorno di carnevale (così detto martedì grasso) con l’inizio della Quaresima e sino a culminare, dopo 40 giorni, con la Pasqua di resurrezione. Carnevale, lo sappiamo, ha perso gran parte, se non tutti, dei suoi connotati (...)

IL POPOLO ROM NON ESISTE
Dalla razza alla cultura: il razzismo differenzialista
venerdì 19 gennaio 2018 di Marcella Delle Donne
Questa è il secondo capitolo del lavoro “ROM: DAL PORRAJMOS A MAFIA CAPITALE”. Il primo capitolo “Un’orda di artisti si aggira per Europa”, si trova qui Dalla razza alla cultura Ci sono voluti gli orrori del sistema nazista per mettere l’Europa e l’Occidente di fronte alla contraddizione tra gli astratti principi di uguaglianza e libertà, di cui sono portatori e la pratica della disuguaglianza, legittimata attraverso teorizzazioni razziali (...)

Stemma di Fiume
FIUME già ITALIA
Breve storia di un comune non comune.
domenica 14 gennaio 2018 di Odino Grubessi
Tutte le volte che vado a fare un documento e mi chiedono dove sono nato cominciano i guai. Nato dove: Fiume! .... Fiume, Jugoslavia? oppure Fiume Veneto? oppure ancora Fiume, Croazia? Che cosa debbo inserire? Il programma non accetta ecc. ecc. E’ una cosa esasperante. L’ultimo, martedì scorso, quando sono andato a rinnovare la patente. Fiume, oggi Rijeka, Croazia, è situata ai piedi del Carso Liburnico, alla radice orientale della penisola istriana al di qua della Dorsale (...)

2018 - VENTI DI GUERRA, TIMORI E SPERANZE DI PACE
“La speranza è un rischio da correre” G. Bernanos
lunedì 1 gennaio 2018 di Giovanna D’Arbitrio
Il 2017 è stato decisamente un anno duro e ci chiediamo con preoccupazione quali potranno essere gli effetti di tanti irrazionali comportamenti, sia a livello politico che sociale, in un quadro internazionale sempre più confuso. Probabilmente diversi leader mondiali non avranno avuto una buona “educazione alla pace” che dovrebbe cominciare fin dai primi anni di vita se vogliamo un mondo migliore, come suggeriscono A. Panerai, M. Nicola e G. Vitaioli, i tre autori di (...)

CACCIA ALL’UOMO! (E magari pure alla donna)
Mettiamoci d’accordo almeno sui concetti base: chi è il cristiano? Cosa è la sinistra?
lunedì 1 gennaio 2018 di Michele Penza
La battuta di caccia all’uomo cui mi riferisco durava da tempo ma ha trovato il suo culmine esattamente un anno fa, col referendum sulle modifiche alla costituzione italiana. Direi che è in quella fase che si è fatta cruenta e ha recato gran danno al paese non perché sia servita a impallinare il premier, ciò che è legittima aspirazione di qualsiasi opposizione, ma perché il gioco delle tre carte esercitato per indurre gli elettori ad esprimere il loro gradimento sulla persona di Renzi (...)

Un’orda di artisti si aggira per Europa
Rom, Storia di un popolo negato
lunedì 1 gennaio 2018 di Marcella Delle Donne
Società civile e gruppo etnico: differenze. Per parlare di “zingari” cioè di rom, è necessario chiarire la fondamentale differenza tra “società civile” e gruppo etnico. La nascita del mondo moderno in occidente pone in essere la “società civile”, determinata dall’avvento dell’economia mercantile, basata sul valore di scambio, il denaro, la proprietà privata, sulla rinascita dello spazio urbano, come spazio-tempo della società mercantile. (...)