INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4881
Articoli visitati
4078956
Connessi 18

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
18 maggio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

IL LATO A E IL LATO B

Miss Italia 2007
giovedì 11 ottobre 2007

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

Il recente Concorso di Miss Italia ha confermato ancora una volta quanto “l’effimero” abbia il sopravvento sul “vero”, sul“reale” su “ciò che conta”.

Il recente Concorso di Miss Italia ha confermato ancora una volta quanto “l’effimero” abbia il sopravvento sul “vero”, sul“reale” su “ciò che conta”.

Come ogni anno, migliaia di ragazze prima e centinaia dopo, si sono contese un titolo ambitissimo, il “lasciapassare” per la TV, per il Cinema, Per la Moda, o, tuttalpiù, al velinaggio più o meno famoso, pur di apparire, di vendere l’immagine, di farsi conoscere e guadagnare facilmente, in un ambiente dorato che rappresenta per loro, il massimo del successo e dell’affermazione personale.

Per questo, è sembrato normalissimo, in piena trasmissione seguita da milioni di telespettatori, chiedere di vedere il “LATO B “ di ogni concorrente, perché anch’esso diventa fondamentale nella valutazione della miss. Non solo ci si espone, volontariamente, a misurazioni anatomiche al centimetro, ma si dovrebbe essere costrette a mostrare minuziosamente ogni parte del corpo, dimenticando la personalità, il fascino, il carisma, lo sguardo, l’insieme, insomma, che rendono bella, anzi, bellissima una concorrente su mille e degna di rappresentare nel mondo il nostro Paese.

Oltre a ciò, non sono mancate le liti in diretta tra conduttori, l’assalto ipocrita alla vincitrice da parte delle altre sfidanti e i pianti di delusione delle concorrenti.

Ma si sa, anche questo fa parte della nostra vita e dei nostri costumi; l’importante è che ognuna delle ragazze che sfilava davanti ai giudici della sua avvenenza, abbia scelto spontaneamente di partecipare al concorso e che non condizioni la sua vita al giudizio esteriore, o meglio estetico, che altri possono dare della sua persona.

C.S.

A proposito di Lato B, eccone alcuni da spiaggia !

 



  • IL LATO A E IL LATO B
    12 ottobre 2007, di Giovanni

    Trovo l’articolo interessante, ma le foto del" lato B" di PESSIMO GUSTO per una Rivista d’élite e culturale come Scena Illustrata.
    Dott. Giovanni De Cesaris

    • IL LATO A E IL LATO B
      16 ottobre 2007, di Luciano De Vita

      Gent.mo Dott. De Cesaris,
      la ringraziamo per aver commentato, sia pur negativamente, questo articolo.
      Rispettiamo il suo punto di vista, ma ci teniamo a precisare che il flash fotografico cui lei si riferisce, è soltanto "una nostra provocazione" curiosa e dissacrante su di un modo di intendere molto diffuso (e, a nostro avviso, sbagliato e offensivo) la bellezza e la personalità delle donne. Ormai non ci salva più da queste esposizioni senza inibizioni anche in TV nelle ore di massimo ascolto, solo un esempio Striscia la Notizia di ieri sera 15 ottobre.

      Ci fa piacere, comunque, poterla annoverare tra i visitatori del nostro sito e la invitiamo a commentare anche altri nostri articoli.

      La Redazione