INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5453
Articoli visitati
4434101
Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
29 ottobre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Ottavio Romano espone a Positano dal 12 al 22 settembre 2013


lunedì 2 settembre 2013 di Pietro Fabbricatore

Argomenti: Arte, artisti
Argomenti: Mostre, musei, arch.


Segnala l'articolo ad un amico

Vi è mai capitato, guardando l’opera di un grande artista, di pensare "Come sarebbe stato bello conoscerlo di persona e parlargli" ?

C’è stato un tempo, nella Firenze degli inizi del ’500, in cui un qualsiasi cittadino fiorentino avrebbe potuto incontrare in Piazza della Signoria Michelangelo, Leonardo, Raffaello, Botticelli ed altri grandi pittori tutti contemporaneamente presenti in quel fortunato spazio tempo.

Oggi tutti pensano che ciò non possa più avvenire. Invece non è così !

Per conoscere un grande pittore italiano di quel calibro, vederlo e parlargli, basta andare a Positano, nella sede dell’Azienda di Soggiorno e Turismo, a visitare la mostra di Ottavio Romano, che si terrà dal 12 al 22 settembre 2013.

Ottavio Romano è un caposcuola, iniziatore di una nuova strada nell’arte, UNICO AL MONDO ad avere adottato una tecnica di pittura innovativa.

Per secoli la tecnica indonesiana del Batik era rimasta confinata nella composizione di ornamenti puramente geometrici e decorativi.
Ma ci volle il genio di un italiano, appunto Ottavio, per trasformare questa tecnica artigiana in una forma superiore di arte figurativa degna degli antichi maestri.
Con la sua geniale intuizione, e con la sua bravura, Ottavio ha promosso questa umile tecnica a forma d’arte superiore, capace di produrre opere d’arte di grande livello. Tuttavia, pur avendo conseguito gran fama con la sua notevole produzione in Batik, Ottavio non poteva restare prigioniero di questa sola tecnica.

Un artista sente di doversi esprimere sempre in tutti i modi possibili. Si è quindi ora dedicato agli acquerelli, che sono bellissimi, ariosi e colorati, e rendono testimonianza della sua maestria cromatica.

Questa mostra è un evento irrinunciabile.

Questa breve nota ha il solo scopo di far sapere la data e il luogo della manifestazione che si aprirà a Positano il 12 settembre 2013 alle ore 18, nella sede dell’ Azienda Turismo del Comune di Positano in Via del Saracino 4, e resterà aperta fino al 22 settembre.

Ulteriori descrizioni sono inutili: le parole non rendono le emozioni che si provano osservando direttamente le opere d’arte.
La prestigiosa cornice della splendida Positano dovrebbe vieppiù invogliare a fare questa gita.

Da parte mia esorto a visitare la mostra e a conoscere di persona il maestro Ottavio Romano, il che, ve lo assicuro, costituisce già di per sé un Happening indimenticabile.

A quelli che vogliono saperne un po’ di più, consiglio di visitare il suo sito. in cui potrete vedere una piccola parte delle sue opere, oppure di procurarsi i libri (editi dalla Pandemos) "La pittura di Positano nel ’900", dove il maestro viene più volte citato.