INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4964
Articoli visitati
4117958
Connessi 12

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 luglio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: FILATELIA


150 anni dell’Unità d’Italia.

I protagonisti ed i fatti d’arme
lunedì 7 maggio 2012 di Odino Grubessi



Segnala l'articolo ad un amico

Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi Successori il titolo di Re d’Italia. Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato......

Nel 2011 l’Italia ha emesso numerosi francobolli celebrativi per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Da Torino addì 17 marzo 1861

Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; Noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue:

Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi Successori il titolo di Re d’Italia. Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato, sia inserita nella raccolta degli atti del Governo, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Sono le parole che si possono leggere nel documento della legge n. 4671 - articolo unico - del Regno di Sardegna e valgono come proclamazione ufficiale del Regno d’Italia, che fa seguito alla seduta del 14 marzo 1861 della Camera dei Deputati, nella quale è stato votato il progetto di legge approvato dal Senato il 26 febbraio 1861.

La legge n. 4671 fu promulgata il 17 marzo 1861 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 68 del 18 marzo 1861.

In circa due anni, dalla primavera del 1859 alla primavera del 1861, nacque, da un’Italia divisa in sette Stati, il nuovo regno: un percorso che parte dalla vittoria militare degli eserciti franco-piemontesi nel 1859 e dal contemporaneo progressivo sfaldarsi dei vari Stati italiani che avevano legato la loro sorte alla presenza dell’Austria nella penisola e si conclude con la proclamazione di Vittorio Emanuele II re d’Italia.

Nel 2011 l’Italia ha emesso numerosi francobolli celebrativi per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Attraverso la memoria dei protagoniste e dei fatti d’arme, vogliamo ricostruire una prima mappa del cammino dell’Italia.

JPEG - 30.5 Kb
Fig.1
150° anniversario della Proclamazione del Regno.

A sinistra Palazzo Montecitorio, attuale sede del Parlamento Italiano e a destra Palazzo Carignano di Torino, sede del primo Parlamento Italiano.

JPEG - 24.1 Kb
Fig.2
Vittorio Emanuele II
JPEG - 30.9 Kb
Fig.3
Giuseppe Garibaldi

Fig. 2 - Vittorio Emanuele II, in un ritratto a mezzo busto realizzato dal fotografo Montabone e accanto un particolare del dipinto Ritratto di Vittorio Emanuele II Re di Sardegna e d’Italia di P.Litta

Fig. 3 - Il generale Giuseppe Garibaldi in un ritratto fotografico del 1860. Accanto un particolare dell’opera L’entrata di Garibaldi a Napoli il 7 settembre 1860 di Antonio Licata

JPEG - 31 Kb
Fig.4
Giuseppe Mazzini
JPEG - 30.8 Kb
Fig.5
Camillo Benso conte di Cavour

Fig. 4 - Foto del politico e filosofo Giuseppe Mazzini realizzata nel 1870 da Brogi. Accanto la prima pagina della rivista La Giovine Italia e in evidenza sulla bandiera dell’omonima associazione la scritta “Unione, forza e libertà!!

Fig. 5 - Lo statista Camillo Benso conte di Cavour è ricordato con un particolare del dipinto risalente alla seconda metà del XIX secolo dal titolo Camillo Benso conte di Cavour affiancato dalla litografia del 1856 Les Congrès de Paris di Jacques Lemercier.

JPEG - 39.9 Kb
Fig.6
Vincenzo Gioberti
JPEG - 36.9 Kb
Fig.7
Carlo Cattaneo

Fig. 6 - Il sacerdote, filosofo e politico Vincenzo Gioberti é rappresentato in due litografie. Una lo raffigura ed è affiancata da un particolare di un’altra che si intitola Manifestazione di gioia dei napoletani per festeggiare Pio IX e Gioberti di Franz Wenzel.

Fig. 7 - Lo storico Carlo Cattaneo viene commemorato attraverso due litografie. Quella scelta per il viso è affiancata da un particolare del dipinto, Ricordo delle cinque giornate 1848 a Porta Vittoria di M.Dovera

JPEG - 51.7 Kb
Fig.8
Carlo Pisacane
JPEG - 30.7 Kb
Fig.9
Clara Maffei e Cristina Trivulzio Belgiojoso

Fig. 8 - Il duca Carlo Pisacane di San Giovanni (Napoli, 22 agosto 1818 – Sanza, 2 luglio 1857) è stato un rivoluzionario e patriota italiano. Dipinto di Giuseppe Sciuti La morte di Carlo Pisacane.

Fig. 9 - La letterata Clara Maffei e la scrittrice Cristina Trivulzio Belgiojoso nei quadri di Francesco Hayez . Le immagini sono affiancate da un dettaglio del dipinto I bersaglieri lombardi e i lancieri della morte trasportano Luciano Manara gravemente ferito a villa Spada di Filippo Vittori

JPEG - 38.5 Kb
Fig.10
Fatti d’arme.
JPEG - 39.9 Kb
Fig.11
Fatti d’arme

Fig. 10a - I Guerra d’Indipendenza - Particolare del dipinto Battaglia di Pastrengo - 30 aprile 1848.

Fig. 10b - II Guerra d’Indipendenza - Particolare del dipinto Battaglia di Solferino - 24 giugno 1859 - di Adolphe Yvon

Fig. 10c - Spedizione dei Mille - Particolare del dipinto Battaglia del Volturno - 1 ottobre 1860 - di Giovanni Fattori

Fig. 11a - III Guerra d’Indipendenza - Particolare del dipinto Battaglia di Bezzecca - 21 luglio 1866 -

Fig. 11b - Presa di Roma - Particolare del dipinto Breccia di Porta Pia - 20 settembre 1870 - di Carlo Ademollo

Fig. 11c - I Guerra mondiale - Particolare dell’incisione Battaglia dell’Isonzo 18 luglio - 3 agosto 1915.