https://www.traditionrolex.com/30 GENTILI RENZI E CALENDA:-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7878
Articoli visitati
5837657
Connessi 27

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 giugno 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

GENTILI RENZI E CALENDA:

ALMENO UNA MERENDA!
sabato 9 settembre 2023 di Rodolfo Carelli

Argomenti: Politica


Segnala l'articolo ad un amico

Una lettera per unire le forze

Gentili Renzi e Calenda, almeno una merenda! I sondaggi vi danno uniti intorno al 7,5%, separati invece tutti e due a rischio, con la perdita secca di tutti i parlamentari che strizzano gli occhi ad entrambi e che uscirebbero allo scoperto, se l’esito fosse certo per ripartire.

Sentire che Renzi correva alle europee, mi ha fatto sperare in una ripartizione dei ruoli tra di voi con i parlamentari chiamati a dirimere le scelte e senza maggioranza qualificata ricorrere a dei referendum. Sul piatto della bilancia elettorale peserà (e come!) la scelta costituzionale.

Chi può vantare i meriti indubbi delle scelte di Renzi? Aver perseguito la fine del bicameralismo paritario, unico in Europa, restituendo centralità al Parlamento, soggetto finora alla raffica dei voti di fiducia per evitare il dirompente ping-pong tra le due Camere.

Non meno importante istituire una Camera delle autonomie dove collegialmente si esaminano i problemi comuni, a maggior ragione ora che l’interlocutrice principale è la nuova Europa più solidale ed auspicabilmente federale!

E sarebbe auspicabile che tra gli ammiratori delle grandi Convention americane ci fosse qualcuno che ammiri il senso spiccato di garanzia di quella democrazia verso gli stati più deboli, prevedendo 2 senatori per ogni Stato qualunque sia il numero di abitanti. Qualcuno che avesse il coraggio di proporlo!

Se l’accoppiata Renzi-Calenda condizionasse il suo assenso (tra cui per ipotesi il semipresidenzialismo) alla accettazione delle due proposte richiamate, di colpo le forze di centro diventerebbero l’ago della bilancia per un accordo più ampio possibile che eviti il referendum confermativo.

Altro che merenda per la sopravvivenza se allearsi o meno, sareste sin da ora invitati ad un posto d’onore al battesimo della nuova Costituzione!

Rodolfo Carelli

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30