INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5419
Articoli visitati
4421638
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
20 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Roaming in Europa – Sempre sorprese sgradevoli

Cittadino indignato per la poca chiarezza dei gestori.
sabato 1 settembre 2012 di Luciano De Vita

Argomenti: Opinioni, riflessioni
Argomenti: Racconti, Romanzi


Segnala l'articolo ad un amico

Telefonini sempre con noi, dappertutto ed a ogni ora.

Non solo i “bulemici” che trascorrono il tempo su gli autobus a raccontare a tutti a voce alta i loro affari, oppure che traversano la strada gesticolando ignorando il traffico e i semafori scontrandosi frequentemente con gli altri, o peggio ancora quelli che si accalorano guidando con una sola mano, con la testa leggermente reclinata sulla spalla per mantenere il prezioso oggetto ben attaccato all’orecchio, ma anche le “persone normali” riconoscono che si tratta di un oggetto molto utile.

100000000000012C0000012C56BF0C74Infatti poter chiamare o essere chiamati per questioni urgenti o in emergenza con i pochi a cui abbiamo lasciato il nostro numero, ovvero ricevere un messaggio dalla banca ad ogni prelievo o pagamento con la carta di credito, sono tra i servizi utilissimi che le nuove tecnologie ci hanno messo in mano da alcuni anni ed ai quali ci siamo abituati.

100000000000012C000000D21168C945Recandosi all’estero dotati di un siffatto cordone ombelicale, da usare con la dovuta parsimonia, da una sensazione di notevole sicurezza._ Ormai non ci sono limiti tecnici per le connessioni negli altri paesi, c’è solo la questione dei maggiori costi di “roaming”, ossia l’utilizzo delle reti telefoniche degli altri paesi.

100000000000012C0000010478A607D9Negli ultimi anni i prezzi per muoversi all’estero, specialmente nella nostra Europa, si sono notevolmente abbassati rispetto al passato, ma le sorprese sono sempre in agguato. Occorrerebbe essere sempre “imparati”, altrimenti ci si sbatte il naso, come è successo a me alcuni giorni fa e come potrebbe accadere ai tanti utilizzatori del mio stesso provider: PosteMobile.

Da luglio ho ricevuto quasi settimanalmente un SMS che mi pubblicizzava le nuove tariffe per l’EU, ossia 35cent €/minuto in chiamata e 9 cent €/min in ricezione, prezzi del tutto allineati con gli altri gestori italiani (qualche cent di differenza).

10000000000000DB00000061516C2799Ebbene transitando in agosto in Svizzera (dico Svizzera no l’Australia o le isole Figj) una telefonata di 5 minuti e mezzo mi è stata addebitata 11€, ossia 2€ al minuto.Andando alla ricerca sul sito ho quindi scoperto che per Poste Mobile la vicina Svizzera risulta in area 2 alla pari del Sudafrica, Turchia e Albania, quindi la tariffa applicata era corretta! Guarda caso tutti gli altri gestori italiani considerano ragionevolmente la Svizzera in zona 1, la più economica.

Negli SMS inviatimi con i nuovi prezzi si giocava evidentemente sulla interpretazione delle sigle tra EU e UE, fuorviando la buona fede degli “utenti”.

A questo punto si impongono alcune amare considerazioni su come in generale i fornitori di servizi del nostro paese ci trattano, come “utenti” e non “clienti”,Per 9 euro non si può intentare una causa per denunciare la qualità e capziosità dell’informazione con cui giornalmente siamo soggetti a soprusi in tutti i campi, ma possiamo comunque ribellarci, diffondendo a quante più persone possibili i torti subiti e i nomi degli enti che usano tali sistemi. Forse così potremo promuovere una migliore coscienza che siamo stufi di essere trattati da “sudditi”.

P.S.

Tariffe roaming all’estero: confronto Vodafone, Tim, Wind, 3

Zona 1 – Principali Paesi europei: Andorra, Austria, Azzorre, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Guadalupe, Guernsey, Guyana Francese, Irlanda, Islanda, Isola di Man, Isole Canarie, Isole Faroe, Jersey, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Madeira, Malta, Martinica, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Republica Ceca, Reunion, Romania, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, Italia(1).

da: http://www.sostariffe.it