https://www.traditionrolex.com/30 L'ALTRO MONDO PICCOLE STORIE DI CAMBIAMENTO-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7807
Articoli visitati
5564609
Connessi 37

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
24 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

MULINO AD ARTE presenta

L’ALTRO MONDO PICCOLE STORIE DI CAMBIAMENTO

Spazio Rossellini Mercoledì 17 aprile ore 21
martedì 16 aprile 2024 di La Redazione

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

DA UN’IDEA DI Daniele Ronco e Luigi Saravo DRAMMATURGIA Daniele Ronco, tratto da “L’altro mondo” di Fabio Deotto CON Daniele Ronco e Luigi Saravo (in qualità di dramaturgo e facilitatore) REGIA Luigi Saravo IN COLLABORAZIONE CON il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

SCENE Massimo Voghera

CON LA COLLABORAZIONE DI Roberto Leanti e Piero Ronco ASSISTENTE SCENOGRAFA Luna Lemmola COSTUMI Teresa Musolino LUCI Davide Rigodanza

Comunicato stampa

Mercoledì 17 aprile, nello Spazio Rossellini di Roma, polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio gestito da ATCL, Mulino ad Arte, presenta, L’Altro Mondo, piccole storie di cambiamento, da un’idea di Daniele Ronco e Luigi Saravo, drammaturgia di Daniele Ronco, tratto da “L’altro mondo di Fabio Deotto, con Daniele Ronco e Luigi Saravo, regia, Luigi Saravo. Il pubblico scrive, sogna, condivide. La pièce è un viaggio in cui gli spettatori e le loro percezioni dei temi ambientali diventano centrali rispetto alla rappresentazione. Nella prima fase dello spettacolo le persone scrivono le proprie percezioni sui temi proposti, che verranno poi elaborate e restituite più tardi. Si entra poi nell’ “Altro mondo”, trasposizione teatrale dell’omonimo libro di Fabio Deotto, che ha viaggiato per due anni da un estremo del mondo all’altro raccogliendo testimonianze dirette in merito alla crisi climatica.

Luoghi che diventano simbolo di un mondo che l’essere umano si ostina a voler mantenere inossidabile, ma che ormai non esiste più. Lo spettacolo è supportato dal CNR, che si occupa di attivare i propri presidi territoriali per individuare le specifiche criticità dei singoli territori e per creare una rete diffusa che favorisca l’incontro fra il progetto artistico e i luoghi in cui verrà ospitato. Note di regia

Il cuore del nostro spettacolo è un viaggio, il viaggio che Fabio Deotto ha compiuto in giro per il mondo cercando di capire a che punto siamo riguardo al cambiamento climatico. Il libro che ha scritto su questo viaggio e da cui è tratto lo spettacolo è pieno di bellezza e di sentimento di perdita, toccante, definitivo. Intorno a questo cuore c’è poi un altro viaggio, il viaggio che io e Daniele facciamo attraverso l’Italia, un viaggio dove vengono raccolte altre storie, quelle di chi abita nei territori che attraversiamo, storie di criticità ambientali e di esseri umani che le vivono. Un altro viaggio, questo, ugualmente pieno di perdita e bellezza, ugualmente toccante e definitivo.

Quindi, si tratta ogni volta di partire, a volte con tutta la scenografia a volte solo con noi stessi, raggiungere un nuovo luogo e cominciare. Mentre Daniele rappresenta lo spettacolo tratto dal libro, io raccolgo le storie degli spettatori rispetto alle criticità ambientali con cui convivono, le smonto e poi ne rimonto frammenti a formare una storia unitaria e alla fine dello spettacolo Daniele mette un auricolare, io gli suggerisco il nuovo testo appena composto e lui lo recita in diretta per loro. E così continuiamo a incontrare luoghi e storie, continuiamo a costruire un archivio di storie, a comprendere e sentire quanto siano profondi e a volte dolorosi i legami delle persone con la propria terra, continuiamo ad imparare e a raccontare sempre meglio la nostra comune vita su questo meraviglioso, ferito, pianeta.

Per noi, in questo viaggio, è molto importante essere supportati e guidati dai ricercatori del CNR, dalle indicazioni che ci danno sui problemi ambientali dei territori che via via incontriamo e così arte, l’arte antica del teatro e della narrazione e scienza, la scienza nuova dell’indagine conoscitiva del nostro mondo che cambia, si muovono insieme, come se ognuna non potesse, in fondo, esistere senza l’altra in un viaggio che si rispetti. Luigi Saravo

Il progetto “L’altro mondo” nasce dalla necessità di raccogliere in tempo reale le percezioni del pubblico in merito alla crisi climatica e tutte le sue implicazioni. Lo spettacolo si pone l’obiettivo di ribaltare il rapporto fruitore-rappresentazione andando a costruire un percorso dove gli spettatori e le loro percezioni dei temi ambientali diventano il centro della rappresentazione è un progetto che utilizza la performance artistica e lo storytelling per monitorare le impressioni delle criticità ambientali di un territorio coinvolgendo i cittadini ed elaborando soluzioni attraverso un percorso partecipativo di co-creazione.

Spazio Rossellini

via della vasca navale 58 – Roma per info: 3452978091 - info@spaziorossellini.it www.spaziorossellini.it

Biglietto: intero online 15,00 + 1,00 dp su ticketone intero botteghino 18,00 – ridotto botteghino 15,00

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30