https://www.traditionrolex.com/30 TEATRO GHIONE presenta GIANLUCA GUIDI in -Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7807
Articoli visitati
5564899
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
24 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

TEATRO GHIONE presenta GIANLUCA GUIDI in

SINATRA The man and his music
martedì 9 aprile 2024 di Comunicato Stampa

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Dall’11 al 14 aprile al Teatro Ghione di Roma

Racconto in prosa e musica

con

STEFANO SABATINI DARIO ROSCIGLIONE MARCO ROVINELLI al pianoforte al contrabbasso alla batteria

La vita, gli amori e soprattutto i più grandi successi di “The Voice” raccontati e interpretati da un big della musica leggera italiana.

Dall’11 al 14 aprile ore 20.45 (domenica ore 17) al Teatro Ghione andrà in scena “Sinatra – The man and his music” con protagonista Gianluca Guidi e prodotto da Palcoscenico Italiano Srl. Sarà un racconto in prosa e musica insieme a Stefano Sabatini al Pianoforte, Dario Rosciglione al Contrabbasso e Marco Rovinelli alla batteria.

Cantante e attore di indiscusso spessore, regista di teatro, personaggio radiofonico e televisivo, Gianluca Guidi canta e racconta il mito Frank Sinatra in un viaggio nei suoi più grandi successi musicali. Insieme a un talentuoso gruppo di musicisti accompagnerà il pubblico, anche attraverso aneddoti e gag, alla scoperta della più grande voce pop che il mondo abbia mai ascoltato. Un uomo che, pur nella spigolosità caratteriale e con una vita piena di aspetti controversi, ha saputo incantare milioni di persone in tutto il mondo rendendo immortali canzoni indimenticabili. NOTE DI REGIA

Francis Albert Sinatra, più comunemente noto come “Frank”, nacque a Hoboken (New Jersey) il 12 dicembre 1915. Una vita, la sua, tra le più longeve della storia musicale mondiale, che ha accompagnato, con la sua VOCE, almeno quattro generazioni. L’uomo Sinatra, controverso per molti motivi, capace di incantare sul palcoscenico milioni di persone in tutto il mondo.

Autori come Cole Porter, George Gershwin, Richard Rodgers, Sammy Cahn che hanno contribuito a scrivere la storia della canzone americana, sono destinati all’immortalità grazie anche alla prodigiosa carriera di Sinatra, che è stato e rimarrà la più straordinaria voce pop che il mondo abbia ascoltato. Bing Corsby ebbe a dire” ... di voci come quelle di Sinatra ne nasce una ogni secolo ... purtroppo io sono capitato nello stesso secolo suo...”. È quindi doveroso, a più di un secolo dalla sua scomparsa, celebrarlo in Italia, per mano, o meglio “per voce” di chi ne è rimasto incantato fin da bambino, complici anche i numerosi dischi ben in vista nello studio della casa in cui viveva da piccolo.

Con uno spettacolo della durata di 90 minuti, accompagnato da un trio di famosi jazzisti, al pianoforte Stefano Sabatini, al contrabbasso Dario Rosciglione, alla batteria Marco Rovinelli, Gianluca Guidi, percorre un vero e proprio viaggio/tributo in onore del grande artista Americano, incantando il pubblico, lui che negli ultimi anni ha conquistato spettatori di ogni età, registrando il tutto esaurito nei teatri italiani, con la sua interpretazione di Don Silvestro nel celeberrimo musical Aggiungi un posto a tavola di Garinei e Giovannini.

In questo racconto in prosa e musica non mancheranno aneddoti sulla vita di Frank, dai rapporti con la famiglia Kennedy alle tormentate relazioni amorose, curiosità e l’immancabile (in questo caso un cameo) presenza “virtuale” nei racconti, del papà di Gianluca, Johnny Dorelli, che dopo aver vissuto per più di un decennio a New York negli anni d’oro del dopoguerra, incide tornato in Italia numerosi brani del nostro beniamino tradotti in lingua italiana.

Una celebrazione ad un Mito dovuta. Per chi ha conosciuto l’epoca e quel mondo e per le più giovani generazioni che ancora non hanno avuto modo di incontrare

Orario spettacoli ore 20,45

Domenica ore 17,00

biglietti a partire da 25 euro

Teatro Ghione, via delle Fornaci,37, Roma Info:06 6372294 www.teatroghione.it

Relazioni con la stampa Teatro Ghione: Maurizio Quattrini: Cell. 338/8485333 - e-mail: maurizioquattrini@yahoo.it

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30