INFORMAZIONE
CULTURALE
Febbraio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7556
Articoli visitati
5047745
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
23 febbraio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

LA TENUTA

Allo SPAZIO CITYLAB 971
lunedì 8 gennaio 2024 di Comunicato Stampa

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

Dal 9 al 14 Gennaio e dal 18 al 21 Gennaio 2024

La Tenuta Progetto di Luca Ariano Testo e regia di Natalia Magni disegno luci Nicola De Santis, scenografia e costumi Giuseppe Bellini, aiuto regia Lorenzo Parrotto, ufficio stampa Viola Sbragia, responsabile di produzione Romina Delmonte, produzione Officina Teatrale.

Con: Roberto Baldassari, Gilda Deianira Ciao, Romina Delmonte, Luca Di Capua, Pietro Faiella, Lucia Fiocco, Mirko Lorusso, Liliana Massari, Alessandro Moser

“La gravitazione o forza gravitazionale, è la forza di attrazione che tutti gli oggetti dotati di massa esercitano l’uno sull’altro”. Giudi insegue il futuro, Lia custodisce il passato, Ciro vive il presente. Riusciranno questi universi in rotta di collisione a trovare la propria traiettoria? La Tenuta è una commedia nera, tagliente, un dialogo senza sconti, un equilibrio tra pianeti, un ricordo di famiglia. Uno spettacolo per chi ha la ridarella ai funerali, per chi alla gazzosa preferisce lo champagne, per chi incontra porcospini ninja e ne ha paura, per chi rivernicia persiane sui tacchi a spillo, per chi non sa dire mi manchi.

Natalia Magni, attrice ed autrice teatrale, firma la regia di questa sua nuova commedia. Un ritratto di famiglia con esterno, messo in continuo subbuglio dalla schiettezza antiborghese della protagonista, costretta a fare i conti con il proprio passato. Due donne, Lia e Giudi, la buona e la dannata, vivono in eterno conflittuale paragone fin dalla nascita. Lia, la figlia modello, e Giudi, la figlia degenere che a sedici anni lascia casa per ottenere la propria libertà. Un dialogo crudo tra due sorelle che si ritrovano a fare i conti con la loro infanzia, con le scelte fatte e quelle subite, il rapporto con un padre mai accontentato, un figlio e nipote adolescente alla ricerca di attenzioni e la diroccata tenuta di famiglia, ricettacolo di polvere e ricordi, snodo e pretesto per ricominciare. Lo spazio scenico, come una cassa toracica, si apre e si chiude per fare entrare aria nuova e rinnovata voglia di vita. Anche la luce, inizialmente filtrata, tagliata, figlia di ricordi sbiaditi fatti di ombre e suggestioni, piano piano, insieme ai personaggi, riesce a filtrare come in una persiana e a prendersi pienamente la scena. Tutto ne “La Tenuta” parla di noi, dei nostri limiti, delle parole non dette, di quelle urlate in faccia, del coraggio e della paura, dei “se” e dei “se avessi fatto”.

Dopo il grande successo di “Riccardo III”, torna in scena la compagnia Lubox Produzioni Artistiche con il testo e la regia di Natalia Magni. In uno spazio scenico innovativo che è in sé installazione e progetto artistico, gli spettatori sono invitati a vivere un’esperienza teatrale immersiva, accomodandosi in una platea di soli 60 posti per assistere ad una commedia spietata. L’originale impianto scenico, una scatola teatrale che include palco e platea, voluto ed ideato originariamente da Luca Ariano, è reinterpretato da Giuseppe Bellini che di questo spettacolo ne firma la scenografia e i costumi. La produzione è di Officina Teatrale di Massimo Venturiello.

Natalia Magni è attrice e autrice teatrale. Diplomatasi alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, nel 2012 fonda l’associazione Dieghesis. Tra i suoi testi di maggior successo vi è “Un Cottage tutto per sé”, finalista al Premio Laura Casadonte 2017, replicato per più stagioni in molte piazze italiane e ospite nel 2019 del festival IN SCENA! Italian Theater Festival NY di New York. Suo anche “MILF-Mamma Insegnami La Felicità”, ospite fuori concorso al fuori concorso al Festival Inventaria 2019, e “Nella Rete”, testo vincitore della Menzione Speciale al Mario Fratti Award 2020 di New York e finalista al Festival InDivenire, del quale ha anche firmato la regia. È stata aiuto regia e acting coach del “Riccardo III” del regista Luca Ariano.

Ufficio Stampa: Viola Sbragia Responsabile di Produzione: Romina Delmonte

Dal 9 al 14 Gennaio e dal 18 al 21 Gennaio 2024
Martedì-mercoledì-giovedì-venerdì ore 21.00 Sabato ore 19.00 Domenica ore 17.00

Location: City Lab 971- Via Salaria 971 Roma (parcheggio interno)

Info Biglietti: Tel. 347.2581957

Email: luboxproduzioniartistiche@gmail.com Sito biglietti: https://www.ticketgate.it/festival/...