https://www.traditionrolex.com/30 RODOLFO LAGANÀ-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7893
Articoli visitati
5874299
Connessi 15

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 giugno 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

RODOLFO LAGANÀ

NUN SE SCHERZA CO’ L’AMORE
domenica 12 novembre 2023 di La Redazione

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

UNA NUOVA SFIDA PER L’ATTORE CHE FESTEGGIA I SUOI 40 ANNI TRA TEATRO E CINEMA CON UN ALBUM TRA IRONIA, SENTIMENTI E UNA DENUNCIA CON LA PARTECIPAZIONE DI ALCUNI AMICI STORICI

Il disco uscirà il 12 novembre: contiene 9 brani dal duplice obiettivo: far sorridere, ma anche far riflettere. Tante le preziosità nella tracklist come il brano ‘Famose ‘n giretto’ che è anche un video in cui partecipano, tra gli altri, PAOLA TIZIANA CRUCIANI, CARLOTTA E SAGITTA PROIETTI, GEGÉ TELESFORO, SANDRA COLLODEL, FILIPPO LAGANÀ, MASSIMO GHINI, STEFANO PALATRESI, GIAMPIERO INGRASSIA, STEFANO REALI E MASSIMO WERTMULLER

L’artista romano si è voluto fare un regalo per festeggiare i 40 anni nel Cinema: era il 1983 quando debuttò recitando per Lina Wertmuller e Sergio Corbucci

Una nuova sfida per Rodolfo Laganà, stavolta musicale. Nove canzoni racchiuse nell’album ‘Nun se scherza co’ l’amore’, in uscita domenica 12 novembre su Apple Music, Spotify e tutte le altre piattaforme digitali con la produzione di Marco Rinalduzzi e la distribuzione di Altafonte. Un disco nato con l’obiettivo di sdrammatizzare in qualche modo la realtà caotica (e, a volte, insopportabile) di oggi, all’insegna di quell’ironia e quella simpatia che, da sempre, contraddistingono la carriera dell’attore romano nato dalla scuola di Gigi Proietti. Si parla d’amore nell’inedito ‘Famose ‘n giretto’ e nel pezzo che dà il nome all’intera opera; c’è l’avventurosa ‘Una notte all’Ikea’; un doppio omaggio a Roma in ‘Di tutti e di nessuno’ e ‘Addio addio’; si canta la nevrosi dei tempi moderni in ‘Fermo restando’ e ‘Che me ne frega a me’; c’è l’autobiografica ‘Nudo proprietario’ e infine c’è la denuncia di ‘Carozzella romana’.

“Lo dico sùbito. Non ho alcuna pretesa come… cantante. Ho deciso di dar vita a questo album, insieme almio amico Marco Rinalduzzi, per divertirmi e divertire. E per condividere il tutto con alcuni miei grandi amici”, spiega Laganà che difatti nel singolo ‘Famose ‘n giretto’ e ‘Lo sai che nun se scherza co’ l’amore’ si avvale di un gruppo di prestigiosi musicisti e coristi italiani e da 4 fantastici cori.

Uno di questi e’ un “fantastico coro” diretto da Marco, composto da Massimo Ghini, Massimo Wertmuller, Giampiero Ingrassia, Gege’ Telesforo, Stefano Palatresi, Carlotta e Sagitta Proietti, mio figlio Filippo, Paola Tiziana Cruciani, Federica Di Stefano, Sandra Collodel, Cristiana Laura Andreani, Serena Caporale, Maurizio Pepe, Alessandro Filindeu e Stefano Reali. “Mi hanno fatto un bel regalo e credo sia venuto fuori un bel quadretto familiare. Nei video dei brani abbiamo ricreato lo stile di ‘We Are The World’”.

Un disco che è anche un regalo per Laganà, che, proprio quest’anno, festeggia 40 anni dal suo debutto cinematografico: era il 1983 quando esordì sul grande schermo con un film di Lina Wertmuller e uno di Sergio Corbucci, rispettivamente ‘Scherzo del destino in agguato dietro l’angolo come un brigante da strada’ (con Ugo Tognazzi protagonista) e ‘Sing Sing’ (con Adriano Celentano). TRACK BY TRACK

Il disco si apre con ‘Carozzella romana’ (M. Carlini; Lorenza Maria Bohuny; R. Laganà):

“Una denuncia ironica contro le barriere architettoniche e la mancanza di rispetto nei confronti di chi si muove sulla sedia a rotella (‘Carozzella romana c’hai da fa’ la gimnkana tra na buca e na pozza de fango che sembra a Marana’)”.

Si passa poi a ‘Famose ‘n giretto’ (M. Rinalduzzi; R. Laganà): “Il testo è un modo per sdrammatizzare le incomprensioni e le discussioni che inavitabimente succedono nella coppia (‘Famose ‘n giretto e damose un bacetto e alla fine se ne annamo a letto’)”.

La terza canzone è ‘Una notte all’Ikea’ (S. Bocchino; R. Giglio; D. Vantaggio; R. Giglio; R. Laganà): “È un brano surreale, difficile spiegarla. Va ascoltata (‘Mi accarezza l’idea di una notte all’ikea sopra un letto di foglie e betulla, nel reparto parquet senza un vero perché)”.

Ecco poi ‘Di tutti e di nessuno’ (M. Calabrese; P. Calabrese): “Una poesia in musica dedicata a Roma, la mia città (‘Perché un’altra non c’è e non c’è niente e nessuno che me porti via da te’)”.

Quinta traccia, ‘Fermo restando’ (M. Carlini; Lorenza Maria Bohuny; R.Laganà): “Questa canzone è dedicata a tutti quelli che ti parlano tre ore filate e poi alla fine ti dicono ‘Però è anche vero il conrtario’. Allora che hai parlato a fare? (‘Fermo restando che il mondo va così, è vero anche il contrario non se po pù senti)”.

Sesto pezzo, Nun se scherza co’ l’amore’ (A. Fragna; B. Cherubini): “Una vecchia canzone romana che dà il titolo all’opera. Una serenata d’amore (‘Lo sai che nun se scherza co’ l’amore, col sentimento nun se po’ giocà’)”.

Il settimo brano è ‘Nudo proprietario’ (R. Giglio): “È il titolo dello spettacolo che attualmente sto portando in scena. Ho 66 anni e mi riprendo ciò che è mio perché prima che mi mettono a nudo gli altri è meglio che mi metto a nudo io”. (‘Metto ‘na giacca di dieci anni fa, lo specchio replica: Rodo’… che te sei messo? Chi è causa del suo mal digiuni spesso’)”.

L’album prosegue con ‘Che me ne frega a me (S. Palatresi; M. Pappagallo): “Sono della filosofia secondo la quale l’importante non è vincere, ma non partecipare proprio (‘Che me ne frega a me se non trovo mai parcheggio, al mondo c’è de peggio’)”.

L’album si chiude con ‘Addio addio’ (R.Giglio): “Chissà se il tempo che è passato dai re fino al pontificato è proprio come l’hanno raccontato o Roma è stata sempre un po teatro (‘Roma capitale borgata dell’Europa, un po’ filosofia un po’ pizzicheria’)”.

Il disco, prodotto, arrangiato e realizzato da Marco Rinalduzzi, è stato registrato e missato allo studio ‘Join for Music’ di Formello (assistente Valter Bottoni, mastering Bob Fix). Hanno suonato Marco Rinalduzzi (programmazione, editing, chitarre, tastiere e pianoforte), Marco Siniscalco (basso) e Luca Trolli (batteria). Foto e video di Maurizio Pepe e Lorenzo Lecci. Foto di copertina di Gloria Fegiz

Il fantastico coro degli amici per ‘Famose ‘n giretto’ e ‘Nun se scherza co’ l’amore’: Federica Di Stefano, Sandra Collodel, Cristiana Laura Andreani, Paola Tiziana Cruciani, Carlotta Proietti, Sagitta Proietti, Serena Caporale, Filippo Laganà, Maurizio Pepe, Alessandro Filindeu, Gegé Telesforo, Massimo Ghini, Stefano Palatresi, Stefano Reali, Giampiero Ingrassia, Massimo Wertmuller.

Il super fantastico coro dei sogni per ‘Che me ne frega a me’, ‘Di tutti e di nessuno’, ‘Lo sai che nun se scherza co’ l’amore’, ‘Nudo proprietario’, ‘Una notte all’Ikea’: Serena Caporale, Claudia Arvati, Silvia Aprile, Nadia Natali, Marco D’Angelo, Massimo Calabrese, Frankie Lovecchio, Riccardo Rinaudo.

Il coro ‘de core’ di Lorenza Bohuni e Maurizio Carlini per ‘Carozzella romana’ e ‘Fermo restando’.

Il coro ‘fuori porta’ dei Quadroni Vocal Ensemble… da Manziana per ‘Addio addio’: Alessandro Coppola, Emiliano Pauselli, Giampiero Jejo Angelini, Andrea Fiorucci, Fabrizio Sciarra, Chiara Mencarini, Serena Mencarini, Chiara Bernetti, Mascia Zullo.

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30