INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2023



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7211
Articoli visitati
4931322
Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
2 ottobre 2023   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

JETHRO TULL The 7 Decades Tour

Domenica 11 febbraio 2024 ore 21,00 Roma, Auditorium Parco della Musica
domenica 10 settembre 2023 di Comunicato Stampa

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

LA LEGGENDARIA BAND GUIDATA DA IAN ANDERSON TORNA DAL VIVO NEI TEATRI A FEBBRAIO 2024

Dopo la pubblicazione di R÷kFl÷te e del successivo tour estivo, i Jethro Tull rivelano i 4 nuovi appuntamenti con cui torneranno dal vivo in Italia nel 2024: domenica 11 febbraio saranno dal vivo all’Auditorium Parco della Musica di Roma, data organizzata da Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci. Il tour Ŕ organizzato da Bpm Concerti.

Dopo "The Zealot Gene" del 2022, il primo album della band in due decenni, Ian Anderson e la band sono tornati con un disco di 12 tracce basato sui personaggi e sui ruoli di alcune delle principali divinitÓ dell’antico paganesimo norreno, esplorando allo stesso tempo il "R÷kFl÷te" - flauto rock - che i Jethro Tull hanno reso iconico. Recentemente Ŕ stato pubblicato anche il primo singolo estratto dall’album, insieme allo splendido video animato di "Ginnungagap" (creato da Costin Chioreanu). Il brano si ispira al dio Ymir, il proto-essere, un essere primordiale, nato dal veleno che gocciolava dai fiumi ghiacciati chiamati ╔livßgar e che viveva nel vuoto senza erba di Ginnungagap.

I Jethro Tull apparvero per la prima volta con questo nome nel 1968 nel famoso Marquee Club di Londra e da lý riuscirono a creare immediatamente un largo seguito, suonando su e giÓ per l’Inghilterra. Il vero successo – anche un po’ a sorpresa – arriv˛ al Sunbury Jazz e al Blues Festival nell’estate del 1968. I Jethro Tull registrarono e pubblicarono il loro primo album, This Was, con la formazione originale con Anderson, Cornick, Bunker e Abrahams. Dopo la sostituzione di Mick Abrahams con Martin Barre, circa altri 30 musicisti si sono avvicendati nelle fila dei Jethro Tull, marchio che sopravvive fino ad oggi e dura nel tempo: Ian Anderson si esibisce con la band in genere per circa un centinaio di spettacoli ogni anno in tutto il mondo.

https://www.facebook.com/officialje... https://www.instagram.com/jethrotull_/

BIGLIETTI IN VENDITA SU TICKETONE A PARTIRE DA VENERDI 8 SETTEMBRE ALLE 14,00

Ufficio Stampa Ventidieci Maurizio Quattrini: 338 8485333 - maurizioquattrini@yahoo.it