https://www.traditionrolex.com/30 VARIAZIONI ENIGMATICHE-Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7795
Articoli visitati
5529701
Connessi 19

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
21 maggio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

VARIAZIONI ENIGMATICHE

AL TEATRO CIAK
mercoledì 8 febbraio 2023 di Comunicato Stampa

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

Sabato 18 febbraio ore 21 e domenica 19 febbraio ore 17.30 Glauco Mauri Roberto Sturno VARIAZIONI ENIGMATICHE di Éric-Emmanuel Schmitt traduzione e adattamento Glauco Mauri

Scene e costumi Alessandro Camera musiche Vanja Sturno luci Alberto Biondi

regia Matteo Tarasco

produzione Compagnia Mauri Sturno

“Una partita a scacchi, un thriller psicologico, un incontro-scontro tra due uomini legati alla figura di una donna”

Glauco Mauri e Roberto Sturno per la prima volta sul palco del Teatro Ciak di Roma. Sabato 18 (ore 21.00) e domenica 19 febbraio (ore 17.30) i due grandi interpreti saranno protagonisti di Variazioni enigmatiche di Éric- Emmanuel Schmitt. Matteo Tarasco è il regista di questo nuovo allestimento del testo dell’autore francese prodotto dalla Compagnia Mauri Sturno; la traduzione e l’adattamento sono di Glauco Mauri, le scene e costumi di Alessandro Camera, le musiche di Vanja Sturno.

Variazioni Enigmatiche è una partita a scacchi, un intreccio psicologico, un incontro- scontro tra due uomini legati alla figura di una donna. Abel Znorko premio Nobel per la letteratura che, per fuggire gli uomini e la volgarità del mondo, si è rifugiato in un’isola sperduta nel mare della Norvegia e in questa solitudine mantiene vivo, attraverso una corrispondenza amorosa che ormai dura da vent’anni, l’amore per una donna misteriosa. E Erik Larsen giornalista che ha preso il pretesto di un’intervista per poter incontrare lo scrittore. Ma qual è il vero motivo dell’incontro? E perché il grande Abel Znorko, quest’uomo solitario e misantropo, ha accettato per la prima volta di ricevere uno sconosciuto giornalista?

Come in un thriller dei sentimenti, ritmato da drammatici colpi di scena, due uomini si scontrano in un’alternanza di crudeltà e di tenerezza, di ironia feroce e di profonda commozione: un’intervista che presto si trasforma in un’affannosa, affascinante scoperta di verità taciute. Ma solo alla fine –spiega Glauco Mauri - l’ultima lancinante rivelazione svelerà il vero motivo dell’incontro e l’uomo scoprirà nell’altro uomo lo stesso bisogno di comprensione e d’amore.

Un enigma è un problema senza soluzione, un mistero del senso – dice il regista Matteo Tarasco - e, come per la partitura musicale di Edwar Elgar che ispira il titolo del dramma di Éric-Emmanuel Schmitt, costruita attorno ad un tema principale in fuga nel labirinto di molteplici variazioni, l’enigma è il protagonista anche del misterioso incontro/intervista tra il premio Nobel Abel Znorko, che vive isolato su un’isola ai margini del Polo Nord, e il giornalista Erik Larsen. Variazioni Enigmatiche è un thriller psicologico – continua Tarasco - un face-à-face inesorabile, dove in un costante scambio dialettico tra illusione ed elusione (nel senso antico di in-ludo ed ex- ludo, mettersi in gioco e contemporaneamente fuori gioco) due uomini si sfideranno alla ricerca della verità. Ma, come ci suggerisce Schmitt, ammaliandoci con la sua poetica intrisa di umana fraternità, siamo sicuri che la verità riveli più delle menzogne?

Éric-Emmanuel Schmitt, per anni professore universitario di filosofia, scrittore, e anche attore e regista, è il più tradotto romanziere e il più rappresentato drammaturgo di lingua francese, Variazioni enigmatiche è rappresentato ininterrottamente da un quarto di secolo in tutto il mondo. Tra le sue opere teatrali rappresentate in Italia: Il visitatore e Il libertino, oltre a Variazioni Enigmatiche e Il Vangelo secondo Pilato, queste ultime due messe in scena con grande successo rispettivamente nel 2000 e nel 2008 da Glauco Mauri e Roberto Sturno, con la regia di Mauri.

Durata dello spettacolo: 50’ I atto, 40’ II atto, più intervallo

TEATRO CIAK

Via Cassia, 692 - 00189 Roma www.teatrociakroma.it info@teatrociakroma.it Per info e prenotazioni 06.33249268

Orario spettacoli : sabato ore 21.00 Domenica ore 17.30

Prezzo biglietti: Intero € 28,00 Ridotto € 25,00 (under 20, over 65, gruppi 10+ e disabili)

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30