INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6585
Articoli visitati
4736250
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
1 dicembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

VIAGGIATORI DI FRODO

AL TEATRO CIAK
sabato 22 ottobre 2022 di Comunicato Stampa

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

Da giovedì 27 ottobre a domenica 30 ottobre Società per attori e Officina Pasolini presentano VIAGGIATORI DI FRODO Ideato da Gianni Clementi Scritto con gli allievi della sezione teatro di Officina Pasolini scenografie di Alessandro Chiti costumi di Silvia Polidori musiche di Paolo Coletta Regia di Massimo Venturiello

Ispirato a un tragico fatto di cronaca avvenuto nel marzo del 1944, al Teatro Ciak di Roma è la volta di Viaggiatori di frodo, nato da un’idea di Gianni Clementi, scritto con gli allievi della sezione teatro di Officina Pasolini che ne sono gli interpreti, per la regia di Massimo Venturiello. In scena da giovedì 27 a domenica 30 ottobre. Le scenografie sono di Alessandro Chiti, costumi di Silvia Polidori e musiche di Paolo Coletta.

Viaggiatori di frodo fa rivivere un fatto realmente accaduto il 3 marzo del 1944, uno dei più grandi incidenti ferroviari della storia. Durante la seconda guerra mondiale, in un periodo di grande povertà, un treno merci partito da Napoli carico di viaggiatori - molti dei quali clandestini e disperati, diretti verso le campagne della Basilicata alla ricerca di cibo - non riesce a superare la salita della Galleria delle Armi, per via del sovraccarico di peso e della scarsa aderenza delle ruote sui binari per via della neve. Su quei vagoni moriranno asfissiate più di 600 persone.

“Ho scelto questo tema – spiega l’autore Gianni Clementi – perché ha una grande attinenza con quello che succede ai giorni nostri. Oggi la gente muore nei barconi per cercare il pane, ai tempi successe una cosa analoga su quel treno. E’ dunque un’operazione che richiama l’attualità, frutto di un grande lavoro di ricerca storica e scrittura da parte degli allievi del corso di drammaturgia dell’Officina Pasolini, e che soprattutto mette a conoscenza delle persone una tragedia di cui pochissimi sanno l’esistenza”.

TEATRO CIAK

Via Cassia, 692 - 00189 Roma www.teatrociakroma.it info@teatrociakroma.it Per info e prenotazioni 06.33249268

Orario spettacoli

Serali ore 21.00 Pomeridiane ore 17.30

Prezzo biglietti:

Intero € 28,00 Ridotto € 25,00 (under 20, over 65, gruppi 10+ e disabili) Prezzi abbonamenti € 18,00-20,00 Campagna abbonamenti dal 12 settembre