INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6594
Articoli visitati
4737759
Connessi 7

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
5 dicembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

MATERA FILM FESTIVAL

TUTTI I PREMI
domenica 9 ottobre 2022 di Comunicato Stampa

Argomenti: CINEMA, Film


Segnala l'articolo ad un amico

1 – 8 OTTOBRE 2022 - TERZA EDIZIONE

Di seguito i premi della terza edizione del MATERA FILM FESTIVAL che si è concluso ieri sera con una cerimonia che ha visto sul palco, tra gli altri, Robin Wright, Patty Jenkins e Malika Ayane. La serata è stata presentatata da Alina Liccione per la regia di Raffaele Festa Campanile

MFF LONG - MIGLIOR FILM : Other Cannibals di Francesco Sassi. Il film è altamente creativo nel modo in cui crea una particolare atmosfera di anticipazione che scuote e disturba il pubblico. E’ un film che sorprende costantemente offrendo soluzioni imprevedibili sino all’ultimo istante.

MIGLIOR GIOVANE ATTORE: Blær Hinriksson per il film Beautiful Beings di Guðmundur Arnar Guðmundsson per la capacità di aver reso con sensibilità un personaggio complesso e aver interpretato le sottili angosce di un adolescente.

MIGLIORE ATTRICE ESORDIENTE: Gaia Di Pietro per il film Calcinculo di Chiara Bellosi per la sua capacità di interpretare un personaggio difficile e aver saputo cogliere sfumature più intime.

MFF DOC - MIGLIOR FILM: Yemen di Tommaso Cotronei. Per la scelta del campo largo nei punti di svolta sottrae i colpi di scena alla prevedibilità, il ritmo della recitazione mai artefatto ci fa arrivare l’eroismo dei protagonisti scevro da ogni retorica. Ogni inquadratura è una scoperta che produce una progressiva sensazione di familiarità, che ci fa percepire la guerra senza mostrarla, la violenza senza la morte, ci coinvolge nell’atmosfera dell’incertezza e della distruzione come pure la voglia di cambiamento che produce nei protagonisti.

MENZIONE SPECIALE: Rue Garibaldi di Federico Francioni. Un film di straordinaria freschezza che ci mostra la lotta per la sopravvivenza di due giovani, un fratello e una sorella che si buttano nella vita partendo da zero e restando a zero fino alla fine, senza mai perdere il senso dell’umorismo. La recitazione e i dialoghi sono il grande pregio di questo lavoro e ci fanno conoscere una forma di cultura popolare profonda e umile, costruttiva e coraggiosa.

MENZIONE SPECIALE: Ai bambini piace nascondersi di Angela Norelli. Per l’ideazione, la scrittura poetica dei testi, il montaggio del materiale di repertorio; per aver trasfigurato in modo visionario il pericolo della perdita dell’innocenza e la forza profonda dell’umanità primitiva che hanno i bambini; per aver dato forma ad una storia senza retorica, ma con spirito esplorativo, indagativo ed interrogativo che è proprio del linguaggio cinematografico.

PREMIO SPONSOR GRUPPO MAFFEI: Nei Giardini della mente di Matteo Balsamo MFF SHORT - MIGLIOR FILM: The Right Words di Adrian Moyse Dullin. Per la capacità di rappresentare uno spaccato generazionale in soli dieci minuti di viaggio su uno scuola-bus di 12-15enni: completo, impertinente, divertente.

MENZIONE SPECIALE: Roy di Tom Berkeley, Ross White. Per la capacità di costruire e sviluppare il racconto fuori campo, attorno e dentro un personaggio elegante, commovente e stravagante.

MIGLIOR REGIA: Leo Berne, Raphaël Rodriguez per The Censor Of Dreams. Per la capacità di raccontare in modo onirico il sogno, nella sua forma più sinistra e reale. MIGLIOR ATTORE: Giovanni Esposito per Le buone maniere. Per aver saputo restituire il senso di dignità in un personaggio sconfitto, combinando con autenticità e passione elementi interpretativi di realismo e di astrazione

MIGLIOR ATTORE EMERGENTE : Yasser Osmani per The Right Words . Con indubbio carattere e sorprendente fotogenia, la sua interpretazione riesce a rappresentare una generazione al contempo grezza e poetica, acerba ma ambiziosa, fragile ma capace di gesti eroici.

Premio d’onore a PATTY JENKINS
Premio d’onore a ROBIN WRIGHT
Premio giuria pop REALE MUTUA a ANIMA BELLA
Premio speciale a MALIKA AYANE per il video della cover El Negro Zumbòn

Organizzazione Presidente dell’evento è Dario Toma mentre i Vice Presidenti sono Anna Rita Del Piano e Tony Cianciotta. La direzione artistica è curata da Donato Santeramo e la consulenza artistica è affidata a Silvia Bizio. Direttore Artistico Musicale è Giuseppe Papasso, il Direttore Creativo è Silvio Giordano, mentre il direttore generale è Nando Irene. Di assoluto rilievo il contributo offerto dal comitato scientifico composto da: Manuela Gieri, Salvo Bitonti, e Fabio Viola. Il Presidente onorario del Festival è Enzo Sisti.