INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6585
Articoli visitati
4736254
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
1 dicembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

BARDO. LA CRONACA FALSA DI ALCUNE VERITA’

79° FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA
giovedì 1 settembre 2022

Argomenti: CINEMA, Film


Segnala l'articolo ad un amico

NETFLIX

presenta

un film di Alejandro G. Iñárritu

AL CINEMA E POI DAL 16 DICEMBRE SU NETFLIX

In Concorso alla 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

Regia: Alejandro G. Iñárritu Sceneggiatura: Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone

Produzione: M Productions, Redrum

Cast: Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio

Fotografia: Darius Khondjii
Montaggio: Alejandro G. Iñárritu, Mónica Salazar
Scenografia: Eugenio Caballero
Costumi: Anna Terrazas
Musica: Bryce Dessner, Alejandro G. Iñárritu
Suono: Nicolas Becker, Martin Hernande

BARDO, La cronaca falsa di alcune verità è un’esperienza immersiva epica e visivamente straordinaria, ambientata durante l’intimo e commovente viaggio di Silverio, un noto giornalista e documentarista messicano che vive a Los Angeles. L’uomo, dopo aver ricevuto un prestigioso riconoscimento internazionale, è costretto a tornare nel suo paese natale, ignaro che questo semplice viaggio lo spingerà verso una profonda crisi esistenziale. La follia dei suoi ricordi e delle sue paure riesce a perforare il presente, riempiendo i suoi giorni di un senso di sconcerto e stupore. Tra emozioni e abbondanti risate, Silverio lotta per trovare risposte a domande universali eppure intime, riguardanti la propria identità, il successo, la fragilità della vita, la storia del Messico e i profondi legami sentimentali che condivide con la moglie e i figli. In breve, cosa significa essere umani in questi tempi molto particolari.

INFO SUL FILM:

BARDO, La cronaca falsa di alcune verità è il nuovo film del visionario premio Oscar Alejandro G. Iñárritu.

Girato in 65 mm e dotato di una straordinaria fotografia del candidato all’Oscar Darius Khondji (Amour, Se7en), BARDO godrà di un’uscita nelle sale su scala globale, anche in Messico, il suo paese di origine, così come negli Stati Uniti, in Canada, Regno Unito, Italia, Spagna, Germania, Argentina, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Scandinavia, Paesi Bassi, Giappone e Corea tra gli altri, prima del suo debutto su Netflix il 16 dicembre.

Scritto da Iñárritu e Nicolás Giacobone (che in precedenza avevano collaborato alla sceneggiatura vincitrice dell’Oscar Birdman o L’inaspettata virtù dell’ignoranza e a quella di Biutiful), BARDO, La cronaca falsa di alcune verità è una commedia nostalgica ambientata durante un epico viaggio personale. Racconta la storia di un famoso giornalista e documentarista messicano, che torna a casa e lavora attraverso una crisi esistenziale mentre è alle prese con la sua identità, le relazioni familiari, la follia dei suoi ricordi e il passato del suo paese. Cerca risposte nel suo passato per riconciliare chi è nel presente.

BARDO è interpretato da Daniel Giménez Cacho e Griselda Siciliani. Oltre a Khondji, il regista ha collaborato con professionisti affermati quali il designer messicano premio Oscar Eugenio Caballero (ROMA, Il labirinto di Pan) e la costumista Anna Terrazas (The Deuce, ROMA). Il film, profondamente personale, è stato girato nella città natale di Iñárritu, Città del Messico.

Iñárritu ha vinto l’Oscar per il miglior film, regia e sceneggiatura nel 2014 per Birdman o l’inaspettata virtù dell’ignoranza e un secondo Oscar per la regia un anno dopo per The Revenant, con il vincitore dell’Oscar Leonardo DiCaprio. I suoi altri titoli includono i pluripremiati Biutiful (2010), Babel (2006), 21 Grams (2003) e Amores Perros (2001). Nel 2018, Iñárritu ha vinto uno Special Achievement Academy Award per la sua installazione di realtà virtuale Carne y Arena.

COMMENTO DEL REGISTA

Alcuni anni fa, mi sono accorto all’improvviso che la strada davanti a me era molto più breve di quella che avevo già percorso. Inevitabilmente, ho incominciato a esplorarla a ritroso e nel profondo, ma entrambi i sentieri sono ingannevoli e labirintici. Il tempo e lo spazio si intrecciano, e la narrazione che costituisce ‘la nostra vita’ non è molto più di un falso miraggio, composto da fatti percepiti in modo soggettivo dal nostro imperfetto sistema nervoso. La memoria non è veritiera, possiede soltanto convinzioni derivate dalle emozioni. È quindi la verità dell’emozione che io voglio ricercare, nell’enorme baule pieno di chimere che mi porto dietro. Avviso in anticipo: non ho trovato alcuna verità assoluta, ho solo percorso un viaggio tra realtà e immaginazione. Un sogno. I sogni, come il cinema, sono reali ma non veri, e in entrambi il tempo è liquido. BARDO è il racconto di un viaggio tra quelle due illusioni dai confini indecifrabili.