INFORMAZIONE
CULTURALE
Agosto 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6376
Articoli visitati
4697215
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
12 agosto 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

SIMULTANEA DI SCACCHI A NAPOLI


mercoledì 22 giugno 2022 di Achille della Ragione

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

Organizzata dall’Associazione scacchistica, che fa riferimento ad Antonio D’Orta, si è svolta, presso i giardini di Parco Costantino, sito in via Traiano, una combattuta simultanea, durante la quale il celebre maestro Achille della Ragione ha sfidato una quindicina di avversari, parecchi di categoria nazionale, ottenendo tutte vittorie, ad eccezione di una patta d’accordo ed una inaspettata sconfitta contro Elvira Brunetti, più volte in passato campionessa regionale.

Alla fine della tenzone, durata circa tre ore, il maestro, per quanto visibilmente affaticato, non si è sottratto alle numerose domande postegli da alcune televisioni che hanno filmato l’avvenimento.

"Da quanto tempo non svolgeva una simultanea?"

"Da circa 10 anni, l’ultima si è svolta durante il periodo in cui sono stato gradito ospite del Grand Hotel, carcere di Rebibbia. In quella occasione sfidai 30 avversari, tra i quali tre maestri internazionali ergastolani, di cui uno era il cugino di Ortega ottenendo tutte vittorie".

"Ma la simultanea che ricordo con emozione è quella che negli anni Novanta mi vide sfidante, assieme ad altri 50 concorrenti, del campione mondiale in carica Boris Spassky e fui l’unico a vincerlo, tra gli applausi scroscianti del pubblico"