INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5419
Articoli visitati
4421631
Connessi 7

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
20 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


VERITA’ DI VANGELO


martedì 14 settembre 2010 di ALICANTE



Segnala l'articolo ad un amico

“Vedi il fuscello nell’occhio di tuo fratello e non vedi la trave che è nel tuo occhio”… recita il Vangelo e mai come in questi giorni la verità di tale affermazione si rivela attuale…

Basti pensare alle vicende che hanno dominato la politica estiva. Altro che pensare e provvedere a risanare un’economia che fa acqua da tutte le parti o cercare di risolvere il problema della disoccupazione; tutto il Governo e il PDL in particolare sono stati interamente occupati a tempo pieno a spiare, accusare, gettare fango su Gianfranco Fini e su di un ipotetico appartamento a Montecarlo ove abiterebbe in affitto il cognato del Presidente della Camera.

Se fosse vero, certamente si potrebbero fare dei giusti rilievi accusatori, ma da quale pulpito viene la predica?
Da un partito il cui leader è perennemente sotto accusa per reati passati, presenti e futuri di cui, con le varie leggi e leggine ad personam create ad hoc, non si saprà mai nulla di definitivo. E che dire dei suoi collaboratori?

JPEG - 20.9 Kb
Fini e Berlusconi

Parliamo di Verdini, Matteoli, Brancher (nominato di corsa ministro per sfuggire al processo), di Bertolaso, Scajola, Cappellacci ed inoltre della “Cricca” che gestiva indisturbata le maggiori opere pubbliche del nostro Paese, mentre il Governo taceva….

JPEG - 13.1 Kb

I nostri politici dovrebbero soltanto fare autoanalisi e vergognarsi nel caso avessero approfittato del loro ruolo e, prima di levare il dito giustizialista verso chiunque, guardarsi dentro e provvedere a sanare la situazione dolorosa e sempre più preoccupante di chi li ha eletti, piuttosto che concentrarsi soltanto sul proprio benessere personale e familiare, evitando di prendere in giro il popolo, purtroppo il più delle volte ignaro di tanta imprevedibile ed inimmaginabile disonestà.