INFORMAZIONE
CULTURALE
Febbraio 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4270
Articoli visitati
3762178
Connessi 1345

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
SPETTACOLI E COSTUME
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
17 febbraio 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EVENTI


JPEG - 27.6 Kb
Carolina Rosi

CAROLINA ROSI E I DE FILIPPO, ORGOGLIO E VANTO DI NAPOLI

“Questi Fantasmi”, di Eduardo De Filippo in scena al Teatro Bellini di Napoli
giovedì 1 febbraio 2018 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Teatro
Argomenti: Personaggi famosi/storici


Segnala l'articolo ad un amico

Continua la bella tradizione della famiglia De Filippo, orgoglio e vanto di Napoli, grazie a una donna coraggiosa, Carolina Rosi, moglie del compianto Luca De Filippo, nonché figlia del grande regista Francesco Rosi e nipote della stilista Mariuccia Mandelli, ovvero Krizia, purtroppo tutti scomparsi in breve tempo nel 2015.

JPEG - 42.9 Kb
Carolina con il padre Franco Rosi

In un’intervista Carolina ha rivelato il dolore provato per la perdita di tante persone care in breve tempo, eppure con coraggio, forza e dignità è diventata la prima imprenditrice teatrale a dirigere una compagnia di circa venti attori per preservare la prestigiosa eredità di Eduardo, come si può costatare dalla seguente intervista, pubblicata sul Corriere della Sera, vedi.

Ho rivisto con piacere Carolina Rosi, conosciuta a Sabaudia in occasione del Premio Pavoncella 2017, lo scorso 21 gennaio al Teatro Bellini di Napoli, dove la Compagnia Elledieffe ha portato in scena la commedia “Questi Fantasmi” del grande Eduardo.

JPEG - 44.9 Kb
Questi-Fantasmi

La commedia, scritta nel 1945, racconta le vicende tragicomiche di Pasquale Lojacono alle prese con un grande appartamento antico infestato da fantasmi che il proprietario gli permette di abitare senza pagare il fitto per cancellarne la brutta nomea.

In verità nella casa si aggira qualche strana “presenza”, ma non si tratta di un ectoplasma: è l’amante della moglie che entra appena Pasquale esce e che elargisce denaro e doni di ogni genere, sperando di comprare il silenzio del marito compiacente.

La figura di Pasquale è un po’ ambigua: inizialmente egli sembra un uomo sincero e ingenuo che crede davvero all’esistenza del generoso fantasma, ma alla fine forse qualche dubbio sorge sul suo comportamento. In effetti un tema ricorrente nelle opere di Edoardo è quello della “maschera” imposta agli uomini dalle circostanze, in questo caso dalla povertà.

JPEG - 49.4 Kb
Gli attori ringraziano il pubblico

Bravi tutti gli attori della Compagnia Elledieffe di Luca De Filippo, oggi diretta da Carolina Rosi, una gruppo che unisce diverse generazioni di attori: diversi giovani recitano insieme a Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Nicola Di Pinto, Massimo De Matteo, Giovanni Allocca, Paola Fulciniti e Gianni Cannavacciuolo.

Un plauso particolare va senz’altro a Carolina Rosi per il suo impegno nel preservare il grande patrimonio artistico e culturale della famiglia De Filippo e sono contenta, pertanto, di evidenziare che ella ha ottenuto il Premio Pavoncella 2017 con la seguente motivazione: “Avrebbe potuto vivere di luce riflessa, custode di una eredità artistica unica per contenuti e spessore culturale, nel segno di due autentici Maestri del Cinema e del Teatro, il padre Gianfranco Rosi, il marito Luca De Filippo, ma avrebbe smentito se stessa e tradito, proprio quei Maestri e quell’Insegnamento che aveva condiviso, giorno dopo giorno, anno dopo anno, sul set e sulla scena. Ma per Carolina Rosi rinunciare avrebbe significato ripiegare su se stessa, non accettare la Sfida che le circostanze della Vita le hanno posto di fronte e soprattutto non preservare nella sua interezza il grande Teatro di Eduardo, prima e di Luca De Filippo poi.

JPEG - 45.1 Kb
Eduardo De Filippo

Ed eccola, ancora giovane, respingere, nel dolore dell’addio, la sola idea di oblio e declino. Decidere di portare avanti quella missione, non soltanto nella delicatissima gestione dei diritti sulle opere di Eduardo ma assumendo, nel contempo, la presidenza della Fondazione a lui intitolata, fino alla direzione della Compagnia di Luca di cui è sempre stata protagonista e con la quale continua oggi a girare l’Italia. A Carolina Rosi, Prima Donna Impresario del Teatro Italiano, nella quale la Giuria riconosce una delle prestigiose Eccellenze dell’altra metà del Cielo, va con pieno merito, il Premio “Pavoncella alla creatività femminile”.

Un elogio va anche al Teatro Bellini che è diventato un vero e proprio centro culturale non solo per le rappresentazioni teatrali, ma anche per conferenze su temi interessanti, presentazioni di libri e quant’altro.

P.S.

JPEG - 60.1 Kb
Teatro Bellini

Per più dettagliate informazione è consigliabile visitare il seguente sito: www.teatrobellini.it