INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6215
Articoli visitati
4673232
Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
28 maggio 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


LA DIFFICILE SCELTA DEL NUOVO PRESIDENTE


mercoledì 19 gennaio 2022 di Silvana Carletti



Segnala l'articolo ad un amico

Già da tempo, nonostante i gravi problemi che il nostro Paese deve affrontare con la pandemia, non ancora superati, tra i vari partiti è iniziata la competizione per la scelta del nuovo Presidente della Repubblica che, a quanto appare, dovrebbe essere condiviso dai vari esponenti politici.…

Sarà molto difficile reperire una personalità della grandezza morale di Sergio Mattarella che, sicuramente, era ed è amato e rispettato dalla maggioranza del popolo italiano.

Mentre i vari partiti si affannano a cercare nomi idonei che possano essere accettati dalla maggioranza del Parlamento, scelta, come già detto, difficilissima, si escogitano spesso sotterfugi impensabili, accordi sottobanco e quant’altro, culminati con l’operazione “scoiattolo” di nuova denominazione, pur di acquisire voti di preferenza per un possibile o impossibile candidato.

La nomina di un Presidente della Repubblica, a mio parere, dovrebbe essere concentrata su di una personalità di “alto valore morale”, che unisca il popolo, lo rappresenti degnamente nel mondo e che sia “super partes”, nell’interesse comune di una popolazione, già devastata da incessanti problemi esistenziali.

La scelta dovrebbe partire dal popolo che, come spesso si afferma, all’unanimità, è “sovrano” e capace di giudicare con assoluta obiettività fatti e persone, nonostante, ahimè, una spesso sovrabbondante ed ingannevole pressione di mass media che non sempre si attengono al vero.

Oggi stesso inizieranno le varie operazioni per il voto che, ci auguriamo, possa rappresentare il volere di un’Italia in grande difficoltà economica, psicologica e di sopravvivenza, ma, soprattutto, delusa, dai comportamenti spesso poco ortodossi, di chi ci governa.