INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2021



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5834
Articoli visitati
4592358
Connessi 1996

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 ottobre 2021   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

AL VIA LA 57° EDIZIONE DEL NUOVO CINEMA DI PESARO

PESAROFF 57
domenica 20 giugno 2021 di Comunicato Stampa

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

SABATO 19: FILM D’APERTURA DELLA MOSTRA I PREDATORI DELL’ARCA PERDUTA DI STEVEN SPIELBERG PRESENTATO DA GABRIELE MAINETTI

DOMENICA 20: IL “CONCERTO MUTO” DI N.A.I.P. IN PIAZZA DEL POPOLO CON SONORIZZAZIONI DEL CINEMA DELLE AVANGUARDIE

LUNEDÌ 21: PRIMI FILM DEL CONCORSO PESARO NUOVO CINEMA, TRA CUI THERE ARE NOT THIRTY-SIX WAYS OF SHOWING A MAN GETTING ON A HORSE DELL’ARGENTINO NICOLÁS ZUKERFELD

INIZIA L’EVENTO SPECIALE SUL CINEMA ITALIANO DEDICATO A LILIANA CAVANI CON FRANCESCO D’ASSISI

SI INAUGURANO INOLTRE: IL CINEMA IN SPIAGGIA CON L’OMAGGIO A GIULIETTA MASINA IL PESARO FILM FESTIVAL CIRCUS DEDICATO AI PIÙ PICCOLI IL CONCORSO DI VIDEOCLIP ITALIANI VEDOMUSICA LO SPAZIOBIANCO CON LE OPERE DI MORGAN MENEGAZZO E MARIACHIARA PERNISA

Inizia domani la 57° Mostra Internazionale del Nuovo Cinema che avrà luogo a Pesaro fino a sabato 26. Un’edizione che si svolgerà tutta in presenza grazie all’esperienza maturata lo scorso anno, sempre nel rispetto delle normative vigenti, ma con l’entusiasmo di riportare finalmente il pubblico nelle sale dopo lunghi mesi di digiuno cinefilo. Un concetto riaffermato anche oggi nella conferenza stampa di presentazione del festival a Pesaro alla quale hanno partecipato il direttore artistico Pedro Armocida, il presidente del Comitato scientifico e co-fondatore della Mostra Bruno Torri, il vicesindaco e presidente della Fondazione Pesaro Nuovo Cinema Daniele Vimini e il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

Bruno Torri ha subito sottolineato come “il festival di Pesaro è sorto con il lodevole proposito di studiare, sviluppare e potenziare un cinema nuovo. E anche quest’anno ci saranno cinema, film, discussioni e molto altro”. “Questo è l’obiettivo della Mostra”, ha ribadito il direttore Pedro Armocida, che ha spiegato come il ricco programma di quest’anno “valorizza esperimenti, ricerca di stile e di linguaggio”. Il vicesindaco Vimini ha invece riaffermato l’importanza della Mostra per il panorama culturale nazionale e per la città stessa: “è un festival che ha saputo ‘cucirsi’ addosso alla città e ai suoi spazi più significativi (da Palazzo Gradari al Teatro Sperimentale, da Piazza del Popolo al Centro Arti Visive Pescheria, il rinnovato Cinema Astra, lo spaziobianco’, ecc.): legare la forza del cinema a questi luoghi è stato un grande merito della Mostra”. Ha chiuso la conferenza stampa l’intervento del sindaco Matteo Ricci affermando che “Pesaro vuole puntare sempre più sulla cultura e lo dimostra la sua candidatura a capitale italiana della cultura 2024, un traguardo per raggiungere il quale la Mostra del Nuovo Cinema è una tappa fondamentale.”

Ricchissima come sempre l’offerta, a partire dalla sezione principale, il Concorso Pesaro Nuovo Cinema – Premio Lino Miccichè, che continua la piccola rivoluzione dello scorso anno con 16 opere di tutti i formati, senza barriere d’età, di durata, di ‘genere’. Non da meno saranno le altre sezioni, così come numerose sono le novità, a cominciare dal concorso per videoclip italiani Vedomusica e lo spazio dedicato ai più piccoli, il Pesaro Film Festival Circus. La Mostra rimane un luogo libero di condivisione e d’incontro, con proiezioni accessibili a tutti, ma per rispettare tutte le normative di sicurezza anche quest’anno sarà necessario prenotare gratuitamente il proprio posto sulla piattaforma DICE (Clicca qui per prenotare). Le uniche eccezioni sono il Cinema in Spiaggia, per il quale è necessario prenotare telefonicamente al 3292923927, e lo Spaziobianco, dove non c’è bisogno di prenotazione. In tutte le sale e location l’accesso è garantito nel limite del distanziamento sociale e fino ad esaurimento posti. [Per dettagli su modalità d’accesso e prenotazioni CLICCA QUI.]

La 57° edizione si aprirà ufficialmente domani 19 giugno in Piazza del Popolo (alle 21.00) continuando la tradizione di inaugurare la Mostra con un grande classico del cinema hollywoodiano d’autore. Dopo opere come Hollywood Party e The Blues Brothers, quest’anno è la volta di I predatori dell’arca perduta di Steven Spielberg, nel quarantennale dell’uscita nelle sale statunitensi. A presentare il primo capitolo della saga di Indiana Jones sarà un fan d’eccezione: il regista Gabriele Mainetti (Lo chiamavano Jeeg Robot).

Prende il via domani anche un’altra delle principali sezioni della Mostra, l’Evento speciale sul cinema italiano, dedicato quest’anno a Liliana Cavani, una delle maggiori registe italiane ed europee, a cui il festival rende omaggio con una pubblicazione, una tavola rotonda e la proiezioni di tutti i suoi film per il cinema. Si inizia sabato alle 21.00 al Teatro Sperimentale con Francesco d’Assisi, per proseguire poi nella stessa sala domenica con Galileo (15.00) e I cannibali (21.00) e, lunedì, con Milarepa (21.00).

Sempre sabato viene inaugurato anche un altro spazio del festival, ovvero il Cinema in spiaggia (ogni sera alle 21.30, ai Bagni Agata di Pesaro), per godere in riva al mare – e in pellicole 35mm - di una programmazione completamente dedicata alla grande Giulietta Masina, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita. Sarà l’occasione per ripercorrere la carriera di una straordinaria attrice, sia nelle storiche collaborazioni con Federico Fellini, sia nelle sue altre celebri interpretazioni: si inizia infatti domani con Luci del varietà (co-regia di Fellini e Lattuada), per proseguire poi nei due giorni successivi con Senza pietà di Alberto Lattuada e Nella città l’inferno di Renato Castellani.