INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2021



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5834
Articoli visitati
4592339
Connessi 1987

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 ottobre 2021   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


UN CENTRO VACCINI A ROMA DA ELOGIARE

All’Auditorium Parco della musica
sabato 17 aprile 2021 di Silvana Carletti

Argomenti: Attualità
Argomenti: Musica, Concerto, Balletto


Segnala l'articolo ad un amico

Si parla quasi sempre di malasanità, nonostante il nostro Paese sia tra i primi al mondo per efficienza e diffusione dell’assistenza medica. Ultimamente, mi è capitato di accompagnare una mia conoscente all’Auditorium di Roma (Parco della musica) per l’assunzione del vaccino contro il Covid.

Da subito, ho potuto notare la perfetta organizzazione dell’apparato sanitario: piccola fila di persone, passaggi da una all’altra postazione ordinati e presenziati da personale gentile e disponibile ad informazioni e consigli, presenza di accompagnatori per seguire il paziente da uno step all’altro, fino ai numerosi ambulatori di ottima struttura ed igiene.

Infine, dopo il vaccino, la permanenza di circa mezzora in una grande sala per accertare eventuali reazioni e per il completamento della pratica che si concluderà con la seconda dose del vaccino, dopo circa 28 giorni.

In un momento di grande incertezza, se non di timore, per quanto sta accadendo in tutto il mondo, dubbi spesso ampliati e diffusi a iosa da tutti i media, ritrovare un ambiente sereno, di grande professionalità e cortesia, può rendere sicuramente più semplice e meno ansiogeno, specie per i più anziani, l’accesso ad un rimedio che si rivela indispensabile per salvaguardare la nostra salute ed incolumità.