INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5350
Articoli visitati
4390181
Connessi 1882

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
11 luglio 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: CULTURA


RICORDANDO EDUARDO DE FILIPPO

In occasione del 120° anniversario
lunedì 1 giugno 2020 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Eduardo De Filippo è considerato uno dei più grandi e poliedrici drammaturghi e letterati napoletani, nonché attore, regista, sceneggiatore. Autore di numerose opere teatrali da lui stesso messe in scena e interpretate, in seguito tradotte e rappresentate anche all’estero, sia in teatro che a cinema, per i suoi meriti artistici nel 1981 fu nominato senatore a vita dal Presidente della repubblica Sandro Pertini, poi gli furono conferite due lauree honoris causa in Lettere dall’Università di Birmingham nel 1977 e dall’Università degli Studi di Roma La "Sapienza" nel 1980. Fu candidato al Premio Nobel per la letteratura nel 1975.

In occasione del 120° anniversario della nascita di Eduardo De Filippo, il Ministero dello Sviluppo Economico gli ha dedicato un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica "le Eccellenze italiane dello spettacolo". Il francobollo è stato poi stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per creare una moneta sulla quale appare il volto di Eduardo sullo sfondo di un sipario insieme alle date di nascita e morte (1900 -1984).

Il 19 Maggio Rai Storia per il Ciclo “Italiani” ha trasmesso un documentario realizzato con interviste al grande Eduardo in cui si racconta la sua vita ricca di successi, ma anche di esperienze dolorose, come la morte della sua prima figlia Lucilla e della seconda moglie, o il disaccordo con il fratello Peppino.

Nato a Napoli il 24 maggio del 1900 da una relazione extraconiugale dell’attore e commediografo Eduardo Scarpetta e della sarta teatrale Luisa De Filippo, calcò le scene giovanissimo sotto la guida del padre, insieme a Titina e Peppino e i fratellastri Scarpetta.

JPEG - 19.7 Kb
Eduardo Scarpetta

Nel comunicato della Rai si legge quanto segue: “Dotato di grande talento e di un’anima libera Eduardo De Filippo domina attraverso gli anni con un volto e una voce, inconfondibili e un dialetto, quello napoletano, diventato lingua universale, al punto che i suoi dialoghi, anche senza sottotitoli o traduzione sono stati rappresentati sui palcoscenici di tutto il mondo. E il pubblico ha capito, applaudito, condiviso emozioni e sentimenti. Quelli di Eduardo De Filippo. Un uomo che ha incarnato e vissuto il teatro, capace di creare affreschi di umanità, indimenticabili e ancora attualissimi”.

JPEG - 7 Kb
Moneta dedicata ad Eduardo

E infine anche Rai Cultura ha voluto celebrare il grande drammaturgo con un ciclo di commedie in versione televisiva realizzate dalla Rai. Il ciclo è iniziato sabato 23 maggio alle 17 su Rai5 e proseguirà ogni sabato pomeriggio fino a novembre. Prima opera andata in onda è stata la commedia Uomo e galantuomo, alla quale faranno seguito “Natale in casa Cupiello”, “Filomena Marturano”, “Napoli Milionaria”, “Il sindaco del Rione Sanità”, “Questi fantasmi”.

JPEG - 12.8 Kb
Eduardo Titina e Peppino De Filippo

Giovanna D’Arbitrio