INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4926
Articoli visitati
4097764
Connessi 15

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
15 giugno 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


DOVE E’ FINITO IL SIGNIFICATO DELLA PASQUA?

Tra delitti e violenze
lunedì 1 aprile 2019 di Silvana Carletti

Argomenti: Opinioni, riflessioni


Segnala l'articolo ad un amico

“Resurrezione”, “ Rinnovamento morale” sono vere promesse o parole a vuoto?

Fino ad ora, ogni giorno, si assiste a nuovi drammi e a nuove tragedie che colpiscono soprattutto persone innocenti come i bambini spesso dimenticati nelle automobili infuocate, operati chirurgicamente in casa, uccisi per la strada, costretti al suicidio, maltrattati negli asili ed in famiglia, abbandonati, sfruttati sessualmente e potrei continuare ancora…

La cronaca quotidiana è ricca, ahimè, di queste terribili notizie, mentre ci si prepara a festeggiare” la Pasqua di Resurrezione”, con tanto di cerimonie religiose, viaggi e gite fuori porta favoriti dall’arrivo strepitoso di una primavera che, per dirla con il Leopardi “brilla nell’aria e per li campi esulta, si che a mirarla, intenerisce il core..”

Come è possibile dimenticare tutto, far finta di niente, essere felici e sereni di fronte a simili avvenimenti?

Quando ci si renderà conto che la vita è una sola e va vissuta nel migliore dei modi, senza danneggiare gli altri ed accontentandosi di ciò che è lecito possedere?

Sembrano parole vane e senza alcun senso in un mondo che cede il passo sempre più alla sopraffazione, alla violenza, all’egoismo e all’indifferenza… Ma da ogni bassezza morale, si può risalire e rinsavire: basta volerlo. L’augurio è che ciò possa avvenire, anche con il “miracolo” della Pasqua, come ci suggerisce saggiamente questa poesia di Mahatma Gandhi:

Prendi un sorriso, Regalalo a chi non l’ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole, Fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente, fai bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima, Posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio, Mettilo nell’animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita, Raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la bontà E donala a chi non sa donare.
Scopri l’amore e fallo conoscere al mondo.