INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5484
Articoli visitati
4446309
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
26 novembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

IL RITORNO DI GIUSEPPE FIORELLO

SU RAI UNO DA DOMANI 2/11/2020
domenica 1 novembre 2020 di Comunicato Stampa

Argomenti: Media, TV e Internet


Segnala l'articolo ad un amico

Serie tv in 4 serate In onda in prima visione su Rai 1 da lunedì 2 novembre

RAI FICTION presenta:

GIUSEPPE FIORELLO in

L’OROLOGIO DEL DIAVOLO

regia di ALESSANDRO ANGELINI

con:

CLAUDIA PANDOLFI, ALVARO CERVANTES, NICOLE GRIMAUDO, FABRIZIO FERRACANE, CARLOS LIBRADO, ALICIA BORRACHERO, MARCO LEONARDI, ROBERTO NOBILE, IGNASI VIDAL, GEA DALL’ORTO

Una produzione PICOMEDIA In collaborazione con RAI FICTION In associazione con MEDIASET ESPAÑA

Prodotta da ROBERTO SESSA

SCENEGGIATURA :SALVATORE BASILE E VALERIO D’ANNUNZIO
Con la collaborazione di ALESSANDRO ANGELINI

LIBERAMENTE ISPIRATO A “GLI OROLOGI DEL DIAVOLO” di GIANFRANCO FRANCIOSI e FEDERICO RUFFO edito da RIZZOLI

DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA :NICOLA SARAVAL

SCENOGRAFIA MAURIZIA NARDUCCI

COSTUMI PAOLA BONUCCI

MONTAGGİO PATRIZIO MARONE VALENTINA MARIANI CHIARA VULLO

MUSICHE ORIGINALI STEFANO LENTINI
Ed. musicali Bixio C.E.M.S.A.

CASTING: FEDERICO MARSICANO

PRODUTTORI RAI
ALESSANDRO CARBONE PAOLA FOFFO

PRODOTTO DA ROBERTO SESSA

UNA PRODUZIONE PICOMEDIA in collaborazione con RAI FICTION

IN ASSOCIAZIONE CON MEDIASET ESPAÑA DISTRIBUTORE INTERNAZIONALE RAI COM e MEDITERRANEO. MEDIASET GROUP

SINOSSI DI SERIE

Marco Merani è un motorista nautico bravissimo, ha un passato nelle gare off-shore e un presente da costruttore di barche alla foce del fiume Magra. Lo sanno tutti che è il migliore e lo sanno anche dei narcotrafficanti a cui farebbero comodo gommoni che corrono più delle motovedette dei carabinieri e della polizia. Marco mangia la foglia e chiede a Mario, suo amico poliziotto, come deve comportarsi. La polizia in verità sta seguendo questi narcotrafficanti da tempo senza grandi risultati così propone a Marco di collaborare con la giustizia per incastrare i boss di questo cartello spagnolo. “El mecanico”, suo malgrado, si ritrova a indossare i panni di infiltrato speciale costruendo e guidando barche dedite al traffico di droga, diventando un punto di riferimento per il giovanissimo Aurelio, geniale e astuto boss dell’organizzazione che si affeziona a Marco come a un fratello. Un legame pericoloso come l’abbraccio di un serpente. E così la vita di Merani si sdoppia: è costretto a dire bugie ai suoi affetti, ai suoi operai e a invischiarsi in una spirale di continui compromessi. Marco fa il possibile per spiare i narcotrafficanti e rivelare tutto alla polizia, ma quando durante un’operazione in mare fra Italia e Spagna qualcosa va storto, Marco viene arrestato dalle forze dell’ordine francesi e incarcerato. È certo che la polizia italiana chiarisca la sua posizione e attende fiducioso la liberazione, ma nessuno dall’Italia rivendica la sua copertura. Ora è sotto scacco, il meccanico sa che se parla o dichiara la sua vera identità è un uomo morto e gli rimane una sola scelta: affrontare con coraggio l’inferno delle galere francesi. Marco trascorre otto mesi in prigione, in condizioni durissime e quando torna in Italia la sua reputazione è distrutta, la sua vita familiare è a pezzi e si sente tradito da chi non l’ha tutelato. Alla sua porta, però, torna a bussare Aurelio. Ha ancora bisogno di lui, del suo fratello italiano, che ha tenuto la bocca chiusa dietro le sbarre e che merita un premio, un ultimo viaggio, un ultimo carico che sistemerà tutto e tutti per sempre. Ma anche la polizia gli chiede un ultimo aiuto, un ultimo sacrificio, poi riceverà tutto il sostegno per ricominciare a vivere. Cosa farà Marco? Il meccanico sa che per uscire da questa trappola potrà contare solo sulle sue forze.

https://drive.google.com/file/d/1Ul...