INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5440
Articoli visitati
4434332
Connessi 9

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
9 ottobre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

PREMI: FRANCA VALERI E VITTORIO GASSMAN


giovedì 1 ottobre 2020 di Comunicato Stampa

Argomenti: CINEMA, Film


Segnala l'articolo ad un amico

Il Comitato organizzatore del Festival del cinema Italiano, diretto da Paolo Genovese, ha assegnato a Matilde Gioli il premio “Franca Valeri” e a Stefano Fresi quello dedicato a Vittorio Gassman.

A Matilde Gioli il Premio Franca Valeri e a Stefano Fresi il Premio Vittorio Gassman

L’attrice milanese, che ha esordito sul grande schermo nel film “Il capitale umano” di Paolo Virzì nel 2013, ha mostrato poi negli anni la propria duttilità di attrice, passando dai ruoli comici in “Belli di papà” di Guido Chiesa (2015), “Mamma o papà” di Riccardo Milani (2017), “Ricchi di fantasia” di Francesco Miccichè (2018) e “Gli uomini d’oro” di Vincenzo Alfieri (2018) e “E per il tuo bene” di Rolando Ravello (2019) a quelli drammatici in “Un posto sicuro” di Francesco Ghiaccio (2015) ed autoriali “The startup – Accendi il tuo futuro” di Alessandro D’Alatri (2016).

L’attore romano che ha esordito, invece, nel 2005 in “Romanzo criminale” di Michele Placido, ha raggiunto presso il grande pubblico la notorietà con la trilogia, diretta da Sydney Sibilia, “Smetto quando voglio” ed ha costruito la propria carriera con le sue interpretazioni nelle commedie come “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno (2012), “La mossa del pinguino” di Claudio Amendola (2014), “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo (2015), “Sconnessi” di Christian Marazziti (2017), “Ma cosa ci dice il cervello” di Riccardo Milani (2019) e in film diventati di culto come “Cuori puri” di Roberto De Paolis (2017) e “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca (2018), fino ai recenti “Il regno” di Francesco Fanuele e “Figli” di Giuseppe Bonito.

Questi prestigiosi riconoscimenti saranno assegnati sabato 3 ottobre con le “Stelle d’argento al Cinema Italiano” al: Miglior film, Migliore opera prima, Miglior documentario, Miglior cortometraggio, Migliore attore protagonista, Migliore attore non protagonista, Migliore attrice protagonista, Migliore attrice non protagonista, Premio personaggio dell’anno e Premio del pubblico.

Il Festival del Cinema Italiano con Presidente onorario Fabrizio Del Noce, dedicato alla valorizzazione del cinema Made in Italy, è organizzato da A&D Comunicazione, la produzione dell’edizione 2020 è di Nexthing Entertainment. L’appuntamento si avvale del patrocinio di: Ministero dell’Ambiente, Regione Sicilia, Comune di San Vito Lo Capo, Centro Sperimentale di Cinematografia, Riserva Naturale dello Zingaro; il sostegno di Mibact e del Comune di San Vito Lo Capo. Tra gli sponsor della manifestazione: Eni, Buy Buy Sicily, Fourghetti, Cantine Florio, Sacchi Gioielli - l’orafo artigiano che ha creato la “Stella d’argento”, GroupPack, TechniTransport, Technipes, Edil Impianti, Wmesh, Villaggio Cala Mancina, GalleryMood, Capellimania Maria Avaro e tra i media partners: Sky Cinema, Leblon Communication, Rai Radio Live, Smile Vision e Coming Soon.