INFORMAZIONE
CULTURALE
Febbraio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4741
Articoli visitati
4016170
Connessi 17

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 febbraio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

MARIO VALENTINO, un libro di Ornella Cirillo

Una storia tra moda, design, arte
giovedì 17 gennaio 2019 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Moda


Segnala l'articolo ad un amico

Presentato a Napoli il 24 ottobre nel complesso di S. Patrizia (Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”), il libro di Ornella Cirillo “Mario Valentino. Una storia tra moda, design e arte” (Ed. Skira) è senza dubbio frutto di un accurato studio sul grande stilista napoletano.

Sulla quarta di copertina si legge che il testo “ricostruisce l’intensa avventura di Mario Valentino, protagonista della moda italiana dagli anni Cinquanta fino alla fine degli Ottanta, attraverso la lettura del prezioso patrimonio documentario raccolto nell’archivio della sua azienda, avviata sin dagli inizi del XX secolo dal padre Vincenzo nel cuore di Napoli e, poi, progressivamente cresciuta.

A partire dalla definizione del suo profilo biografico e formativo, ne è raccontata l’articolata storia imprenditoriale, dalle prime esperienze creative autonome nel campo calzaturiero alla piena affermazione come marchio leader nel settore dell’abbigliamento di lusso, per il quale si è avvalso del contributo di noti stilisti e di autorevoli artisti.

Sullo sfondo delle fasi salienti della storia della moda, si tratteggiano i toni di una straordinaria impresa italiana, le ambizioni, le strategie, i successi del suo fondatore, fino a tracciare l’ascesa di un napoletano illuminato che ha fatto della ricerca dell’originalità il suo obiettivo e si è adoperato in ogni modo per riuscire a perseguirlo”.

JPEG - 35.3 Kb
Sandali di Mario Valentino

Ci introduce alla lettura del libro una significativa dedica dell’autrice alla memoria di Bianca Giannoni Valentino che “con il suo lavoro, l’amore per la famiglia e la sensibilità di donna moderna ha concorso ai successi del marito”, doveroso omaggio a una donna che, come tante altre nella storia dell’umanità, ha contribuito nell’ombra al successo del suo compagno.

Il testo include 5 capitoli :1)Il ritratto di un napoletano illuminato; 2)L’esordio di una straordinaria avventura;3)Un nuovo inizio; 4)Il trionfo degli anni ’80; 5) Verso l’autonomia. Ogni capitolo è diviso in paragrafi che guidano il lettore nella coinvolgente storia di un creativo stilista, con interessanti notizie sulla sua vita, le sue ambizioni e strategie, le sconfitte e i successi, un percorso illustrato da strepitose immagini.

Senz’altro molto formative furono le prime esperienze nel laboratorio del padre Vincenzo, che fin dagli inizi del ‘900 già realizzava con operai specializzati calzature costose fatte a mano, apprezzate da regnanti e nobili. Mario Valentino, comunque, seppe andare oltre la lezione paterna riuscendo ad affermarsi come marchio leader nel settore dell’abbigliamento di lusso a livello internazionale.

Fondata nel 1952 a Napoli, l’azienda di Mario Valentino intraprese un cammino in ascesa con i successi delle sfilate a Roma e negli Stati Uniti. In effetti agli inizi degli anni ’70 il suo calzaturificio si era già trasformato in una solida impresa che poi si estese anche al prêt-à-porter con originali modelli in pelle.

Dagli ultimi anni ‘60 agli ‘80, top model come Verushka e Ashley Richardson, autorevoli illustratori, come Brunetta, Antonio Lopez ed Eula e fotografi come Franco Rubartelli, Roberto Carra, Toni Meneguzzo, Richard Avedon, Robert Mappletorpe, Mimmo Jodice ed Helmut Newton contribuirono al successo del design di Mario Valentino, considerato come vera forma d’arte scaturita dallo spirito creativo di un napoletano che seppe dar lustro al “made in Italy”.

JPEG - 42.1 Kb
Abiti di Mario Valentino

Dalle note biografiche su Ornella Cirillo, apprendiamo che è ricercatrice presso l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Docente di Storia dell’architettura e di Storia della moda, rivolge la propria attività di studio sia a temi della cultura architettonica e della storia della città tra il XVIII e il XIX secolo, sia alla storia della moda, nella quale, tra l’altro, è particolarmente impegnata a definire il ruolo svolto da Napoli e dalla Campania nel più ampio contesto del fenomeno del Made in Italy.

Giovanna D’Arbitrio