INFORMAZIONE
CULTURALE
Febbraio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4741
Articoli visitati
4016088
Connessi 20

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 febbraio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

A TIVOLI SERATA CELEBRATIVA IN ONORE DI UN GRANDISSIMO ARTISTA

ETTORE ROESLER FRANZ


mercoledì 16 gennaio 2019 di Silvana Carletti

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Si è svolto a Tivoli un interessante incontro per ricordare Ettore Roesler Franz, celebre pittore che nel secolo scorso rappresentò angoli caratteristici e paesaggi di Roma con eccezionale bravura e con la tecnica dell’acquarello di cui divenne caposcuola.

Non solo: la sua opera pittorica non si espletò soltanto nella Capitale, ma il celebre pittore dedicò a Tivoli ove soggiornò per alcuni anni, molti dipinti riguardanti reperti storici quali il Tempio di Vesta, Villa d’Este, il Tempo di Adriano, oltre alla splendida campagna circostante che, nei suoi acquarelli, si illumina nelle varie tonalità del verde.

PNG - 96.1 Kb
Tivoli: Piazza dell’olmo

Il famoso artista i cui capolavori sono sparsi in tutto il mondo, iniziò a dipingere giovanissimo, mantenendo sempre contatti con il mondo anglosassone che gli permise di conoscere il console Joseph Severn, acquarellista e amico di John Keats, di cui divenne amico fraterno.

JPEG - 23.8 Kb
Tivoli: Resti di una edicola romana tra gli ulivi

Nel 1875, fondò a Roma l’Associazione Acquarellisti Romani e, l’anno successivo, organizzò la prima mostra collettiva. Il grande successo arrivò con “Roma sparita”, 120 acquarelli che raffiguravano vicoli, le piazze e i monumenti di una città che si stava trasformando e che, grazie alla sua opera, ci hanno permesso di conoscere una storia ed una evoluzione urbanistica, altrimenti sconosciute.

Nacquero così, i dipinti del Ghetto, dell’Appia Antica, delle Chiese, delle fontane romane: opere ammirate in Italia e all’estero ove Roesler Franz espose i suoi quadri che incontrarono un enorme successo anche presso i sovrani di Russia, Danimarca e di Casa Savoia.

JPEG - 27.5 Kb
Tivoli: Il fosso dell’Empiglione e ruderi

L’incontro con Giacomo Balla che esordì nel suo cursus artistico personale con un ritratto ad olio di Ettore a Villa d’Este nel 1902,(poi ammesso alla Biennale di Venezia), gli permise di perfezionare la tecnica del chiaro scuro. Morì a Roma, all’età di 62 anni.

JPEG - 40.5 Kb
Ritratto di Roesler Franza eseguito da Giacomo Balla

Le sue opere sono esposte in vari Musei nel mondo, tra i quali il Vittoriano di Roma, il Museo di Roma a Trastevere, il Museum of fine Arts di Boston, il Southampton City Art Gallery, a Sydney e al Colchester e l’ Ipswich Museum, solo per citarne alcuni.

A Tivoli, il grande artista trascorse nove anni della sua vita, abitando nella ridente cittadina laziale ed immortalando con i suoi dipinti aspetti naturali ed artistici del luogo.

JPEG - 51.3 Kb
Tivoli: Ponte Lupo

Furono creati così, gli acquerelli del Tempio di Vesta, della Valle dell’Aniene e del Empiglione, gli acquedotti, gli scorci di Villa d’este, piazza Colonnato, Piazza Domenico Tani ed altri ancora.

Nel 1903 gli fu conferita dal Comune di Tivoli la cittadinanza onoraria tiburtina, alla quale l’artista rispose con la donazione del celebre acquerello Ponte Lupo-Poli.

La recente iniziativa dei pronipoti Pierluigi e Francesco è mirata a non far cadere nell’oblio le opere di un sommo pittore paragonabile per importanza, a nostro avviso, ai grandi poeti Pascarella e Trilussa che resero celebre nel mondo la “romanità” nel senso più reale ed autentico del termine.

JPEG - 28.8 Kb
Tivoli: Piazza Campitelli

La serata dell’11 Gennaio svoltasi nello spazio eventi del Flo’s di Tivoli (con partner Orazio ricevimenti ed allestimento Marcello Polinesi fiori), organizzata dal collezionista Dott. Tertulliano Bonamoneta e che ha visto la partecipazione di molti amatori dell’arte e nomi noti del mondo dello spettacolo, dei media e della società romana, tra cui Dott. Andrea Bruciati direttore Istituto Vave, la Prof. Panattoni Anna Maria, redattrice Notiziario Tiburtino, Marco Frittella, giornalista TG1, l’attore Franco Nero, Giorgia Montesano, direttrice di Villa Gregoriana, Nello Rondoni, assessore all’Urbanistica, Dott. Benedetta Adembri della Sovraintendenza Beni archeologici del Lazio direttrice di Villa Adriana, sarà la prima di una serie continuativa di incontri sul grande pittore scomparso, volti a rivalutare e rinnovare il grande patrimonio artistico che, specie ai nostri giorni, viene spesso messo in secondo piano e che rappresenta, invece, uno dei valori portanti della nostra tradizione.

JPEG - 26.2 Kb
Francesco Roesler Franz
JPEG - 28.8 Kb
Pierluigi Roesler Franz
JPEG - 34.4 Kb
Dott.Tertulliano Bonamoneta
JPEG - 31.8 Kb
Gli ideatori della serata celebrativa
JPEG - 23.7 Kb
La Signora Pina Cofini
JPEG - 34.6 Kb
Il Giornalista Marco Frittella di RAI UNO con altri ospiti
JPEG - 32.9 Kb
Tavolo del Flo’s Bistrot
JPEG - 36.8 Kb
Menu Flo’s Bistrot