INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4556
Articoli visitati
3913962
Connessi 19

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
24 settembre 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

SINETEMPORE HARP ATTACK

Contro la violenza sulle donne
sabato 10 marzo 2018 di Comunicato Stampa

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

Sabato, alla Galleria Pulcherrima di Via Merulana - Roma Un modo innovativo per contrastare un trend in preoccupante, continua ascesa: quello della violenza contro le donne.

Nasce così un progetto itinerante che si prefigge di dare un contributo alla costruzione delle coscienze per prevenire il triste fenomeno, attivando iniziative che utilizzino nuovi linguaggi e prospettive di attualità.

Le storie popolari, tramandate nel tempo e tradotte in ballate musicali, sono un esempio di come sia possibile stimolare riflessioni coniugando psicologia, musica e consapevolezza del valore della vita dell’essere umano. E’ il progetto

"Un’àncora per non dire più ancóra, cambiare accento per cambiare prospettiva", progetto ideato e promosso dalla psicologa e psicoterapeuta Sira Sebastianelli, da sempre vicina alle istanze del mondo femminile con campagne rivoluzionarie e originali progetti.

Dunque, appuntamento sabato 10 alle ore ore 17,30 nella Galleria Pulcherrima. in via Merulana 44, dove sei arpiste dell’ensemble "Sinetempore Harp Attack" eseguiranno brani musicali, tratti dal canzoniere popolare italiano, le cui tematiche vertono sulle vessazioni e violenze che le donne hanno subito nei secoli.

Saranno presenti la presidente della Associazione Urbis et Artis Anna Salvati (Cavaliere della Repubblica), l’editore e gallerista Gastone Ranieri Indoni, la dottoressa Carla Mazzoni critica d’arte e il responsabile area manager della Urbis et Artis Federico Febbo.

Una breve riflessione psicologico-musicale introdurrà le ballate, eseguite dalle musiciste, singolarmente e in ensemble, con arpa celtica. Lo strumento dell’arpa celtica non è una scelta casuale, in quanto le corde delle quali è composta producono vibrazioni che meglio di altri strumenti entrano in risonanza con le emozioni, attivando canali di comunicazione più efficaci di tante parole.

Il gruppo Sinetempore è composto dalle arpiste Giulia Bertinetti, Luna Fecchio, Elisa Malatesti, Monica Molo, Rosita Di Pietrantonio e Sira Sebastianelli, che concluderanno l’evento con l’harpy hour.

Insomma, un appuntamento da non mancare per condividere un modo nuovo di conoscenza e prevenzione di una violenza divenuta insopportabile e pericolosamente incontrastata.