INFORMAZIONE
CULTURALE
Aprile 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4834
Articoli visitati
4062906
Connessi 10

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
21 aprile 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

L’incredibile parallelismo tra due attentati alla democrazia.
giovedì 22 maggio 2008 di Christian Blasberg
Il terrorismo degli anni 70 non fu un fenomeno limitato all’Italia, ma colse un po’ tutta l’Europa centrale ed operò su scala internazionale. Quando gli italiani seguirono paralizzati e angosciati l’evolversi del rapimento Moro, in Germania era già in atto una guerra spietata dello Stato contro i terroristi che avevano dato l’esempio per l’esecuzione del rapimento. Tut-tavia, i due casi non furono uguali… Trent’anni fa l’Italia visse (...)


In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

giovedì 8 novembre 2018

Procedamus. Ora i 3 fori di proiettile nel lunotto dell´alfetta. Osservateli bene, li trovate ovunque sul web, a partire da frajese su youtube, poi dopo vi darò citazioni precise dove si vedono particolarmente bene. Li troviamo solo nei filmati d´epoca, perché terroristi di regime per inquinare le prove hanno demolito quel parabrezza e ora non esiste più - il che ha fornito la scusa all´ascientifica per omettere quei 3 fori dalla loro vergognosa e depistante ricostruzione in 3D.

Invece avrebbero ben potuto ricostruire le traiettorie di quei proiettili dai filmati e foto d´epoca. Ovvio che quei 3 fori, tutti a sinistra, tutti con Giulio Rivera l´autista come obbiettivo, centrato, sono stati sparati dall´alto : ben più difficile, ai limiti dell´impossibile, sarebbe stato produrre quei fori da sinistra, dal piano strada, o anche da destra del piano strada. Dunque o sono stati casimirri e lojacono, che presuntamente stavano al cancelletto superiore ma secondo la vulgata non avrebbero sparato - o sono stati tiratori scelti dall´alto. Ad auto ancora in movimento, anche se in rallentamento per via dello stop, come attestano i frammenti dei vetri dei finestrini in terra dietro ai finestrini stessi di qualche metro.



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]