https://www.traditionrolex.com/30 JACOVITTISSIMEVOLMENTE al MAXXI -Scena Illustrata WEB

INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2024



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 7986
Articoli visitati
6158837
Connessi 18

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
MUSICA E SPETTACOLO
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
23 luglio 2024   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

JACOVITTISSIMEVOLMENTE al MAXXI

Museo nazionale delle arti del XXI secolo
domenica 29 ottobre 2023 di Roberto Benatti

Argomenti: Mostre, musei, arch.


Segnala l'articolo ad un amico

E’ in corso una mostra dedicata alla galassia creativa di Jacovitti dal 25 ottobre 2023 al 18 febbraio 2024

A ottobre 2023, il MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo a Roma , a cento anni dalla nascita, celebrano con due mostre, nelle due città cui era più legato, il mondo fantastico, l’inventiva giocosa, scomoda e irreverente, lo sguardo precursore di Jacovitti.

Benito Franco Giuseppe Jacovitti (Termoli, 1923 – Roma ,1997) esordisce giovanissimo come autore di fumetti per poi diventare un importante nome di riferimento per il fumetto del Novecento. Dal suo pennino e le sue tavole escono personaggi divenuti celebri nell’immaginario popolare, come Cocco Bill, Zorry Kid, Jack Mandolino, Tom Ficcanaso. Jacovitti ha pubblicato strisce su Il Vittorioso, il Corriere dei Piccoli e il Corriere dei Ragazzi, e ha disegnato le vignette del Diario Vitt, che hanno accompagnato per più trent’anni (1949 – 1980) generazioni di scolari italiani.

Le sue caratteristiche geniali includono uno stile unico, un disegno distintivo e inconfondibile. Le sue opere presentano personaggi dalle forme stravaganti, espressioni facciali esagerate e un uso creativo dei dettagli per creare comicità. E’ noto per il suo umorismo strampalato e surreale. Le sue storie spesso prendono una svolta inaspettata, e i personaggi si trovano in situazioni assurde e comiche.

Jacovitti ha inventato molte parole e neologismi per i suoi personaggi, contribuendo così a creare un linguaggio unico all’interno dei suoi fumetti. Questo ha aggiunto un elemento di originalità e umorismo alle sue opere. Noto anche per la sua creatività visiva, utilizzando spesso sfondi intricati e dettagliati per creare un mondo ricco e fantasioso nei suoi fumetti. Il suo lavoro ha avuto un’influenza significativa su altri fumettisti e artisti, e il suo stile è stato una fonte di ispirazione per molte generazioni di creatori di fumetti. Jacovitti ha spesso affrontato temi sociali e politici nelle sue opere, utilizzando il suo umorismo per commentare sulla società contemporanea in modo satirico. Le due esposizioni – realizzate insieme a Silvia Jacovitti, figlia del fumettista – sono presentate nelle due sedi sotto un unico titolo Jacovittissimevolmente, chefa capitombolare lo spettatore nel mondo animato e dinamico inventato dall’artista: due progetti paralleli e complementari, che contribuiscono ad approfondire la galassia creativa Jacovittiana.

Al MAXXI una mostra dal taglio antologico, a cura di Dino Aloi e Silvia Jacovitti con Giulia Ferracci, presenta i cento personaggi creati durante le fasi della lunga e vivace carriera del fumettista. Al MACTE la mostra a cura di Luca Raffaelli approfondisce le invenzioni tecniche e linguistiche che hanno reso “La lisca di pesce” uno stile riconoscibile, e Jacovitti un inventore di segni e personaggi indimenticabili.

La mostra dedicata alla galassia creativa di Jacovitti è un evento interessante che celebra l’inventiva e l’umorismo del fumettista. Le due mostre presso il MACTE e il MAXXI offrono un’opportunità unica di esplorare il mondo fantastico di Jacovitti. Le esposizioni sono complementari, con quella al MAXXI che presenta una panoramica dei personaggi creati da Jacovitti e quella al MACTE che approfondisce le sue invenzioni tecniche e linguistiche. La mostra è un’occasione imperdibile per gli amanti del fumetto e dell’arte

Le caratteristiche geniali di Jacovitti includono il suo stile unico, l’umorismo surreale, la creatività visiva, la versatilità e l’impatto duraturo che ha avuto sulla cultura dei fumetti in Italia e oltre. Una mostra che vale la pena di essere vissuta per portarsi a casa una bella fetta di umorismo. Condividi:

 

https://www.traditionrolex.com/30https://www.traditionrolex.com/30