INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6573
Articoli visitati
4733302
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
27 novembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

DALLA RINASCITA AL DECLINO

di ANTONIO VARSORI
domenica 20 novembre 2022 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Recensioni Libri


Segnala l'articolo ad un amico

Il ruolo dell’Italia nel mondo, tra passato e presente

La drammatica guerra in Ucraina ha senz’altro risvegliato l’interesse per relazioni internazionali, interessi geopolitici delle grandi potenze, i probabili nuovi equilibri mondiali che si delineano in cui l’Italia si deve destreggiare malgrado le gravi attuali problematiche da affrontare. Attraverso un interessante excursus storico sugli ultimi 70 anni, il libro “Dalla rinascita al declino. Storia internazionale dell’Italia repubblicana”, di Antonio Varsori, ci offre un significativo quadro non solo delle vicende politiche italiane, ma anche del ruolo giocato dalla nostra nazione a livello internazionale.

Il libro viene così presentato dalla casa Editrice il Mulino: “Una storia di scelte strategiche, scommesse vinte, battaglie perdute, ambizioni e illusioni persistenti. Avvalendosi di un’ampia gamma di fonti, Antonio Varsori ricostruisce l’intera vicenda della posizione italiana sullo scenario internazionale dalla fine della seconda guerra mondiale a oggi.

Più di settant’anni di storia scorrono davanti ai nostri occhi: l’uscita dal dopoguerra, la scelta occidentale, la vocazione europeista, il difficile formarsi di nuovi equilibri all’indomani del crollo del muro di Berlino e la nuova drammatica cesura rappresentata dall’11 settembre; e poi la globalizzazione economica, le trasformazioni tecnologiche, fino all’emergere di nuovi attori globali. Con mille sforzi e non senza alcuni significativi risultati l’Italia repubblicana ha risalito la china del riconoscimento internazionale, ma oggi sembra ancora più faticoso definire una coerente strategia di proiezione su scala mondiale.

“L’idea di scrivere il presente volume è sorta- afferma nell’introduzione Antonio Varsori - sulla base di alcune considerazioni maturate nel corso del tempo in primo luogo l’esigenza di dare completezza e coerenza a quanto emerso in numerosi studi condotti intorno a vari aspetti specifici del ruolo internazionale dell’Italia repubblicana”.

In 12 capitoli densi di eventi storici troviamo l’analisi di un lungo percorso dell’Italia descritta in ogni sua stagione di cui molti di noi conservano indelebili ricordi, a seconda dell’età o di specifici interessi e sensibilità.

Come ha affermato lo stesso autore, il libro è basato su ampie ricerche di archivi, sia italiani che stranieri, nonché su alcune importanti collezioni di fonti diplomatiche edite e sulla produzione storica esistente, senz’altro un testo che ci fa rivivere momenti importanti della storia internazionale in cui l’Italia repubblicana ha avuto un suo ruolo, tra successi e insuccessi. Esso appare, inoltre, come il completamento di un suo precedente volume “Le relazioni internazionali dopo la guerra fredda. 1989-2022” che viene così presentato dalla casa editrice il Mulino. “Nel 1989 una serie di crisi culminante nel crollo del muro di Berlino sancì la fine dell’ordine del blocco comunista e il conseguente venir meno del bipolarismo della guerra fredda. Da quel momento il sistema delle relazioni internazionali si è modificato profondamente generando squilibri nell’ordine liberale e agendo sulle dinamiche sociali ed economiche. Il volume, in questa nuova edizione aggiornata, va a integrare il manuale di «Storia internazionale» dello stesso autore, ed espone e interpreta i mutamenti intervenuti negli assetti globali, con attenzione ai conflitti nel continente africano e alla politica di potenza russa”.

Antonio Varsori (Pontedera, 8 agosto 1951) è tra i maggiori storici dell’integrazione europea e della politica estera italiana, titolare dalla cattedra "Jean Monnet" di Storia dell’integrazione europea presso l’Università degli Studi di Padova, Presidente della Società Italiana di Storia Internazionale nonché membro del Comitato per la Pubblicazione dei Documenti Diplomatici Italiani del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Varsori è autore di numerose pubblicazioni, in varie lingue. Due suoi libri “L’Italia nelle relazioni internazionali dal 1943 al 1992” e "Storia Internazionale. Dal 1919 ad oggi" sono tra i testi consigliati dal Ministero degli Esteri italiano per la preparazione al concorso per la carriera diplomatica.

JPEG - 7.3 Kb
Antonio Varsori

Ecco un interessante dibattito al quale ha partecipato l’autore, invitato da Radio Radicale: https://www.radioradicale.it/scheda...

Giovanna D’arbitrio