INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6585
Articoli visitati
4736254
Connessi 2

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
1 dicembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

PSYCODRAMMA AL TEATRO BELLI


lunedì 31 ottobre 2022 di Comunicato Stampa

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

TREND nuove frontiere della scena britannica – XXI edizione festival a cura di Rodolfo di Giammarco 20 ottobre – 18 dicembre 2022 Teatro Belli – piazza Sant’Apollonia 11/a- 06 5894875 spettacoli ore 21,00 - ingresso posto unico € 18

1/2 novembre ore 21

PSYCHODRAMA di Matt Wilkinson
regia Valerio Mieli
con Valentina Virando
creazioni video Giulio Cavallini
luci Davide Rigodanza
traduzione Monica Capuani
produzione Proprietà Commutativa

Un’attrice che non lavora più. Fino a qui nulla di strano. Un’attrice talentuosa che ha raggiunto quell’età in cui il telefono smette di suonare. Lavora in un negozio, in attesa. In attesa che arrivi una telefonata, quella che ti cambia la vita. Un giorno la telefonata arriva davvero. C’è un provino importante, con il regista più bravo della sua generazione. Una trasposizione di Psycho – sì quello Psycho, il film, il capolavoro di Hitchcock – a teatro. E lei è perfetta per interpretare Marion. Il provino va molto bene, il regista la vuole rivedere, vuole creare il personaggio insieme a lei. Un’infinità di piccole coincidenze, di segni determinanti, iniziano a collegare - a intrecciare - la sua vita con quella del capolavoro di Hitchcock, ne confondono i confini. Ma sarà tutto reale? Oppure è solo il desiderio a far credere alla nostra protagonista che finalmente diventerà la protagonista della propria vita, che davvero per una volta verrà scelta lei, il suo talento?

C’è un Motel, c’è addirittura il barista del Motel che si chiama Norman, c’è un coltello, ci sarà un omicidio, questo è ovvio. Una rievocazione dei fatti asciutta, fredda, ironica, spostata, scivolosa. Una discesa inesorabile verso una zona molto pericolosa e nello stesso tempo affascinante della psiche umana. E tutto succede in un attimo, un attimo che poi possiamo rivalutare ripensare per un tempo dilatato, un momento che non smetteremo di indagare, attraverso un’infinita sequenza di inquadrature, quell’esatto momento in cui una scelta oltrepassa il limite. E indietro, non si torna. Le scenografie - disegnate - appariranno su tre pareti claustrofobiche che circondano la protagonista, e permettono al suo mondo di apparire e scomparire a suo piacimento. Un mondo tutto dipinto creato dalla sua mente.

Matt Wilkinson Matt Wilkinson è uno scrittore, regista e doppiatore. Tra I suoi lavori Psychodrama, nominato per l’Off Fest Award per il miglior teatro e due Off West End Awards; My Eyes Went Dark è stato nominato per tre Off West End Awards, incluso quello per la migliore opera teatrale; Sun is Shining Just Let Go e l’adattamento di Red Demon di Hideki Noda. Il nuovo lavoro include Snow Child, dal romanzo di Eowyn Ivey; uno Spirito dell’Eden a tre mani; e No Time For Dreaming, una pièce teatrale sul cantante soul americano Charles Bradley. I suoi cortometraggi sono stati proiettati a livello internazionale.