INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2022



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 6594
Articoli visitati
4737774
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
AVVOCATO AMICO
COSTUME E SOCIETA’
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
ARTE E NATURA
COMUNICATI STAMPA
SPETTACOLI
SPORT
ATTUALITA’
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
5 dicembre 2022   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

NAPOLI: FESTIVAL DELLA LETTURA E DELL’ASCOLTO

Dal 29 settembre al 2 Ottobre
venerdì 16 settembre 2022 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

Dal 29 settembre al 2 ottobre 2022 si svolgerà il nuovo Campania libri Festival Della Lettura e Dell’Ascolto a Napoli presso Palazzo Reale e la Biblioteca Nazionale. Sono previsti 160 eventi di rilievo nazionale ad ingresso gratuito su prenotazione, 90 editori, 70 stand e 28 laboratori. Numerosi personaggi di rilievo hanno garantito la loro presenza come il premio Nobel Orhan Pamuk, Cristina Cassar Scalia, Cristina Comencini, Alberto Conejero, Maurizio De Giovanni, Diego De Silva, Hernan Diaz, Anja Kampmann, Hanif Khureishi, Jhumpa Lahiri, Livia Manera Sanbuy, Dacia Maraini, Hisham Matar, Silvio Perrella, Alessandro Piperno, Veronica Raimo, Maria Stepanova, Manuel Vilas e molti altri.

Finanziata dalla Regione Campania, la rassegna è organizzata dalla fondazione Campania Festival presieduta da Alessandro Barbano e diretta da Ruggero Cappuccio e dalla Fondazione Guida. Preziose le collaborazioni del Premio Nobel Elsa Morante, Premio Napoli, Premio Cimitile e Premio Serao, dell’Istituto Cervantes de Nàpoles, dell’Università Federico II di Napoli ed altre. La cura editoriale è stata affidata al filosofo docente universitario Massimo Adinolfi.

I visitatori seguiranno un percorso itinerante tra i 70 stand, disposti tra i diversi spazi del Palazzo Reale di Napoli e dei suoi giardini monumentali. I 28 laboratori si terranno in 5 sale del Palazzo Reale (spazio Guarracino, spazio Sibilla, spazio Colapesce, spazio Sirena, spazio Virgilio) e in 3 della Biblioteca Nazionale di Napoli Vittorio Emanuele III (sala Rari, sala della Lettura e sala del Camino) nell’Area Stand-Accademia di Belle Arti, al teatro Politeama. Le 30 postazioni di book crossing saranno installate nelle stazioni della Metropolitana di Napoli nelle fermate di Piazza Garibaldi, Piscinola, Montesanto, Torregaveta, Sorrento, Aversa con 350 volumi donati dall’Associazione Italiana Editori.

JPEG - 38.8 Kb
Palazzo reale

Ben tre serate saranno dedicate a Raffaele La Capria con letture drammatizzate dei suoi testi. Quattro le aree tematiche caratterizzate da 4 colori: giallo, verde, rosso e blu, per ascoltare le voci dal mondo, il brusio della natura, chi va e chi resta, le parole dell’altro. Per scrivere insieme un nuovo capitolo, secondo lo slogan. Particolare attenzione verrà data al tema dell’Ambiente con l’associazione Legambiente (che sarà presente con un workshop sul cambiamento climatico e con la presentazione del libro di Alessandro Gassmann “Io e i GreenHeroes”) e ai problemi sociali con “Una Finestra sul libro”, un progetto che coinvolgerà 3 istituti penitenziari della Campania.

JPEG - 12.8 Kb
Biblioteca nazionale

“I libri sono creature vive e quando li si prendono tra le mani possono reagire in molti modi- ha affermato M. Adinolfi (…)Un Festival che ha per tema l’esercizio di ascolto e di lettura a cui ci invita il libro e le modalità presenti e future di fruizione, riproposizione e attenzione dell’oggetto libro. Per prestare o dare ascolto, rivolgersi a ciò che merita o cattura attenzione, fare esercizio di sensibilità e rispetto, ma anche cercare nei suoni, nelle voci, nei rumori il ritmo stesso della vita e il respiro della parola”, mentre il Presidente Vincenzo De Luca ha evidenziato che “la soluzione del mondo, soprattutto in questo momento storico, è sicuramente il multiculturalismo, abbiamo bisogno di dialoghi , di esperienze e di silenzio altrimenti il mondo è perduto”.

Tutti i dettagli dell’evento sono consultabili sul sito http://www.campaniafestival.it

Giovanna D’Arbitrio