Rubrica: LETTURE CONSIGLIATE

Violenza nella storia - La costruzione del male (Il Mulino, Bologna)

mercoledì 7 gennaio 2009

Argomenti: Recensioni Libri
Argomenti: Jeffry C. Alexander

La costruzione del male di Jeffry C. Alexander (Il Mulino, Bologna) Ŕ un utile lettura per ripercorre, attraverso uno scandaglio negli abissi della vita sociale, le violenze che hanno attraversato la storia del mondo dall’olocausto all’attacco ai grattacieli di New York l’11 settembre 2001. L’analisi Ŕ affrontata dal sociologo della Yale University, sul piano di una aggiornata visione sociologica. Gli “universali morali” – afferma l’autore – vengono costruiti man mano che si forma una identitÓ collettiva. Nell’attuale condizione la “cultura del male” va osservata nelle sue fasi formative: “forze invisibili” simboliche, emotive e morali intervengono nelle costruzioni di meccanismi degradati (il male, appunto), che vanno compresi al fine di poterli, disinnescare. Interessante la rilevazione del concetto “limitato e indifferenziato” del “male” come inteso da parte di Kant. Quanto all’attuale pensiero culturale, Alexander sottolinea i contenuti principali della “teoria critica della societÓ” di Habermas, che offre motivi di riflessione per valutare la realtÓ delle condizioni esistenti e le sue diaporie.

Carlo Vallauri



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore