INFORMAZIONE
CULTURALE
Gennaio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4705
Articoli visitati
3999476
Connessi 878

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
22 gennaio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

EDITORIALE 07/2008 - O tempora , o mores

Di fronte al continuo disconoscimento delle norme di una legge che non è più “uguale per tutti”, permane un profondo senso di grande tristezza.
martedì 1 luglio 2008 di Silvana Carletti
I recenti avvenimenti non fanno che peggiorare una situazione già precaria e confusa. In politica, si assiste alla replica di un copione già visto: scontri, prevaricazioni, interessi personali prima di tutto e ristagno nella risoluzione di problemi urgentissimi che hanno messo, da tempo, a dura prova l’intera nazione. Gian Battista Vico parlava di corsi e ricorsi storici, intendendo con questa affermazione il ripetersi, nel tempo, di vicende di grande rilievo e di valore epocale; il (...)


In risposta a:

EDITORIALE 07/2008 - O tempora , o mores

sabato 12 luglio 2008

Gent.mo Dott. Penza,

credo di non essermi spiegata bene neanche io.

Condivido con lei il fatto che il Governo precedente e l’attuale opposizione abbiano commesso e commettano continui errori. Primo fra tutti: non aver promulgato immediatamente (quando potevano) una legge contro il conflitto d’interessi e il dominio televisivo anche della RAI da parte del Centro destra, oltre a non aver sufficientemente pubblicizzato i piccoli utili interventi a favore dei cittadini (Assicurazioni, riforma della scuola,pensioni minime, inizio faticoso delle contrastate liberalizzazioni e, soprattutto,lotta all’evasione fiscaleche avveniva per la prima volta in Italia).

Inoltre, un anno e mezzo di governo non può essere paragonato a cinque anni di completo immobilismo e di leggi ad personam...

La mia "tristezza" deriva dall’impossibilità di essere governati da persone oneste e moralmente sane e che si preoccupino innanzitutto, del bene del Paese.

La mia irritazione è dovuta, invece, a dover vedere ogni giorno un esecutivo completamente sottomesso ad una "mela marcia" che fa il buono ed il cattivo tempo, senza,ahimè, la benchè minima speranza di poterne uscire fuori, dato l’immenso potere mediatico e personale del nostro Premier.

Spero poter continuare questo dialogo, magari a voce, con un nostro collaboratore.

Cordiali saluti.

SILVANA CARLETTI



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]