INFORMAZIONE
CULTURALE
Aprile 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4834
Articoli visitati
4062906
Connessi 16

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
21 aprile 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

L’incredibile parallelismo tra due attentati alla democrazia.
giovedì 22 maggio 2008 di Christian Blasberg
Il terrorismo degli anni 70 non fu un fenomeno limitato all’Italia, ma colse un po’ tutta l’Europa centrale ed oper˛ su scala internazionale. Quando gli italiani seguirono paralizzati e angosciati l’evolversi del rapimento Moro, in Germania era giÓ in atto una guerra spietata dello Stato contro i terroristi che avevano dato l’esempio per l’esecuzione del rapimento. Tut-tavia, i due casi non furono uguali… Trent’anni fa l’Italia visse (...)


In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

martedì 6 novembre 2018

La veritÓ era che Schleyer era rispettato da tutti , anche a sinistra, anche nel sindacato, per la sua umanitÓ e competenza e disponibilitÓ al dialogo - proprio come Moro, con cui aveva in comune la formazione giuridica :

" So vermutete die „Zeit“ zwar, Schleyer genie▀e heimlich sein Image als „Scharfmacher der Unternehmer“, schrieb aber im gleichen Atemzug, dies sei doch in Wahrheit ein falsches Etikett. Schleyer sei viel liberaler, als viele es vermuteten. Er sei ein „sachlicher, zuverlńssiger und intelligenter Gegenspieler, dem auch die Gewerkschaft Anerkennung und Respekt nicht versagt“. Und auch die „SŘddeutsche Zeitung“ gab zu bedenken, dass der „gelegentlich aufrichtig liebenswŘrdige Mensch Hanns Martin Schleyer nicht den Ruf eines Buhmanns verdient“. "

Ciascuno a suo modo, erano 2 alfieri di compromesso storico con le sinistre sindacali - e fu per questo che il terrore di regime globalista capitalfascista uccise entrambi, sotto falsabandiera di falso terrore rosso, in realtÓ composto da prestanome e prestavolto al soldo del capitale.



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]