INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5107
Articoli visitati
4200753
Connessi 13

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
14 novembre 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

L’incredibile parallelismo tra due attentati alla democrazia.
giovedì 22 maggio 2008 di Christian Blasberg
Il terrorismo degli anni 70 non fu un fenomeno limitato all’Italia, ma colse un po’ tutta l’Europa centrale ed operò su scala internazionale. Quando gli italiani seguirono paralizzati e angosciati l’evolversi del rapimento Moro, in Germania era già in atto una guerra spietata dello Stato contro i terroristi che avevano dato l’esempio per l’esecuzione del rapimento. Tut-tavia, i due casi non furono uguali… Trent’anni fa l’Italia visse (...)


In risposta a:

Schleyer - un precedente del caso Moro?

domenica 28 ottobre 2018

Sempre a questo link :

https://story.ksta.de/2017/09/119-s...

il solito stinauer ci informa, al solito senza fonti, che

" Es ist früh am Morgen des 5. September 1977, als Hanns Martin Schleyer sein Haus in Stuttgart verlässt. Ein Montag. Die Familie schläft noch. Ein Fahrer chauffiert den Arbeitgeberpräsidenten, Vorsitzenden des Bundesverbandes der Deutschen Industrie und Vorstandsmitglied von Daimler Benz, zum Flugplatz. Dort steht der Daimler Firmenjet „Falcon“. Um 7.15 Uhr landet Schleyer in Köln. " :

se ciò è vero, allora schleyer da casa sua a stuttgart all´aeroporto, non ha scorta ma solo autista : dunque perché la raf avrebbe dovuto rapirlo a köln, dove aveva 3 agenti di scorta, e non a stuttgart, dove girava col solo autista ?

Evidentemente, se vera fu la strage, qualcuno aveva bisogno di un rapimento con strage : e questo qualcuno non fu certo la raf, che sarebbe stata davvero idiota a rischiare la vita quando poteva prender schleyer tranquillamente a stuttgart, dove girava col solo autista, magari pure disarmato come si dice fosse Marcisz a statz.



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]