INFORMAZIONE
CULTURALE
Gennaio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4705
Articoli visitati
3999482
Connessi 878

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
22 gennaio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

Considerazioni sull’universo in funzione della biologia e viceversa

mercoledì 11 ottobre 2006 di Andrea Forte, Vivi Lombroso
Un problema che si affaccia alla mente dei cosmologi e che di fatto viene dibattuto da millenni è se l’universo sia in funzione della biologia oppure la biologia in funzione dell’universo. Spesso questo problema è stato considerato con chiavi diverse da quella teologica a quella morale, da quella occultistica a quella artistica etc. E’ chiaro che cambiando le ottiche, anche i termini del problema hanno assunto aspetti diversi. Così, ad esempio, al posto dell’universo (...)


In risposta a:

> Considerazioni sull’universo in funzione della biologia e viceversa

giovedì 26 aprile 2007

in un rapporto fra macrocosmo e microcosmo si può ipotizzare che nell’essere umano ci sia una centralità dalla quale ci si possa qualificare crescendo ed evolvendosi o, viceversa , restandone settorialmente coinvolti e quindi, regredendo e complessificando se stessi? questo è il quesito che mi si è posto leggendo questa presentazione...forse la domanda presenta delle inesattezze, ma fondamentalmente vorrebbe alludere alla possibilità effettiva di un non conflitto fra sè e sè nella misura in cui si riesca a percepire il proprio fulcro interiore e ,nel renderlo cosciente, a poter conoscere rapporti diversi in se stesso molto più distanti ma non per questo isolati, dal contingente biologico in cui si è calati e quindi , per converso, più vicini ad una sintesi intima a mezzo della quale ci si riconosca oltre che persone anche delle identità con problematiche diverse e forse più urgenti...o forse più adatte alla realtà del nostro essere..

Simona Pancotti



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]