INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4964
Articoli visitati
4119081
Connessi 9

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 luglio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

WILLIAM BUTLER YEATS, GRANDE POETA IRLANDESE

Tra aneliti di libertà, miti e leggende, mistiche atmosfere
mercoledì 1 novembre 2017 di Giovanna D’Arbitrio
Considerato uno dei più grandi poeti vissuti tra ‘800 e ‘900, William Butler Yeats, nato a Dublino nel 1865, ottenne il Premio Nobel per la Letteratura nel 1923 con la seguente motivazione: “Per la sua poetica sempre ispirata che con alta forma artistica ha dato espressione allo spirito di un’intera nazione”. Primogenito del pittore John Butler Yeats e Susan Pollexfen, a due anni si trasferì con la famiglia da Sandymount Dublino, alla contea di Sligo e poi a (...)


In risposta a:

WILLIAM BUTLER YEATS, GRANDE POETA IRLANDESE

mercoledì 1 novembre 2017

Vorrei ricordare la poesia“Quando sarai vecchia” che W.B.Yeats dedicò alla sua amata Maud.
When you are old and grey and full of sleep,
And nodding by the fire, take down this book,
And slowly read, and dream of the soft look
Your eyes had once, and of their shadows deep;
How many loved your moments of glad grace,
And loved your beauty with love false or true,
But one man loved the pilgrim Soul in you,
And loved the sorrows of your changing face;
And bending down beside the glowing bars,
Murmur, a little sadly, how Love fled
And paced upon the mountains overhead
And hid his face amid a crowd of stars.

Quando sarai vecchia e grigia e di sonno onusta,
e sonnecchierai vicino al fuoco, prendi questo libro
e lenta leggi, e sogna il dolce sguardo
che avevano un tempo i tuoi occhi, e la loro ombra profonda.
In molti amarono i tuoi attimi di felice grazia
e amarono la tua bellezza con amore falso o vero,
ma un uomo solo amò la tua anima pellegrina,
e amò le pene del viso tuo che incessante mutava.
Piegati ora accanto all’ardente griglia del camino
e sussurra, con qualche tristezza, come l’amore scomparve,
e vagò alto sopra le montagne,
e nascose il suo viso in uno sciame di stelle.

https://www.youtube.com/watch?v=pPS...

Giovanna D’Arbitrio



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]